Il messaggio di Starace, Lippolis e Nardella: “Con la mente e con il cuore, la scherma pugliese è già proiettata verso un nuovo inizio”

Il messaggio di Starace, Lippolis e Nardella: “Con la mente e con il cuore, la scherma pugliese è già proiettata verso un nuovo inizio”

L’emergenza legata al diffondersi del virus Covid-19 ha imposto le sue ferree regole anche nel mondo dello sport. La scherma ha dovuto adeguarsi ma nelle diverse realtà locali i dirigenti stanno pensando a come ripartire quando la situazione lo consentirà. E la Puglia non fa eccezione, come conferma il Presidente del Comitato Regionale Matteo Starace: “Siamo passati da una prima fase in cui la parola d’ordine era, ed al momento rimane, «Restare a casa» verso lo step successivo in cui, pur rispettando le limitazioni imposte per il bene di tutti, è necessario rimboccarci le maniche per programmare la ripartenza delle attività. Al riguardo le società ed i dirigenti pugliesi si stanno dimostrando molto collaborativi: a loro, e ovviamente agli atleti con le loro famiglie, va il mio grazie per il senso di responsabilità dimostrato in questo difficile momento. La nostra disciplina ci insegna che, quando il traguardo ci sembra vicino, non si deve abbassare la guardia per non vanificare l’esito finale dell’assalto: allo stesso modo non possiamo permettere ad un avversario invisibile di metterci all’angolo, In questo senso davvero la scherma è maestra di vita!”.

Le iniziative allo studio – riprende Starace – sono volte in primo luogo al sostegno alle nostre società affinché si possano censire le specifiche criticità economiche. Inoltre è in cantiere un innovativo progetto di formazione che Federscherma Puglia ha voluto proporre per guardare al futuro, avvalendosi di strumenti di ultima generazione in aree chiave come quella tecnica, arbitrale, dirigenziale, nonché quella delle famiglie con il percorso RMASport and Family con l’intervento di Angelo Donadeo, formatore riconosciuto a livello internazionale. A breve rivolgeremo la nostra attenzione agli aspiranti arbitri, prevedendo delle sessioni on line coordinate dai nostri esperti Lello Riontino ed Antonio Traiano e con il contributo del dottor Donadeo”.

Lo slittamento di un anno delle Olimpiadi di Tokyo – interviene il vice presidente del Comitato Regionale Roberto Lippolis – ci costringe a spostare in avanti programmazione ed obiettivi, ma di una cosa siamo certi: per Martina Criscio e Luigi Samele, le nostre punte di diamante che hanno ottenuto il pass per i Giochi, l’appuntamento è solo rinviato. Per Gigi sarà il degno coronamento di una carriera straordinaria mentre Martina arriverà all’appuntamento nel pieno della sua maturità”.

Anche Emanuele Nardella, l’astro nascente della scherma pugliese e campione europeo Cadetti a Foggia2019, si associa a questo messaggio di speranza: “In questo momento siamo tutti chiamati a dare una ulteriore dimostrazione di responsabilità per non vanificare gli sforzi compiuti fino a adesso. Io personalmente sto seguendo, tramite dei gruppi Whatsapp che abbiamo creato, un percorso di allenamento da svolgere a casa sotto la guida a distanza di Maestro e preparatore atletico e che mi tiene impegnato quotidianamente dal lunedì al venerdì: sapremo farci trovare pronti quando ci sarà da tornare in pedana ma per adesso continuiamo ad aiutarci l’un l’altro. Insieme ce la faremo!”.

Per conto di:

Ufficio Stampa

Federazione Italiana Scherma


Contatti PUGLIA: Siro Palladino

media@federscherma.it

Biografia Autore