18.9 C
Foggia
20 Settembre 2020
Foggia Calcio

Al termine di una partita emozionante, il Foggia pareggia 2-2 allo Zaccheria con il Fasano

[dropcap color=”#” bgcolor=”#” sradius=”0″]G[/dropcap]ol e spettacolo allo Zaccheria nel big-match del turno con il Foggia che va in vantaggio contro il Fasano con Cipolletta, controlla la partita ma poi l’uno due di Diaz e il rosso a Tedesco spalancano le porte al successo degli ospiti. Solo il grande carattere dei ragazzi di Corda regala al 94’ un oramai insperato pareggio con la rete di Gentile.

PRIMO TEMPO – Il tecnico del Foggia Corda, alle prese con infortuni, squalifiche e influenze, ripropone il capitano Gentile in difesa con Cipolletta (al debutto dal 1° minuto) e Di Jenno ai suoi lati; a centrocampo gli esterni sono Salines e Campagna, con Staiano a supporto di Cittadino e Gerbaudo; in avanti, confermatissimi Russo e Tortori. Nel Fasano, assente Corvino, mister Laterza spedisce in panchina Gomes Forbes preferendogli Prinari come trequartista con Cavaliere e Dìaz coppia d’attacco. Squalificati González e Schena, maglia da titolare per Panebianco e Bernardini. Parte forte il Foggia che al 7’ sfiora il vantaggio con Salines di testa su corner di Gerbaudo e si ripete al 13’ con uno shoot di Campagna, dopo un pregevole controllo al limite dell’area, ammortizzato da un difensore e finito innocuo tra le braccia di Suma. Il gol è però nell’aria e arriva al 19’: punizione di Cittadino respinta dal portiere ospite, palla sull’esterno a Gerbaudo che centra per il “tap in” vincente di Cipolletta in proiezione offensiva. Arriva dopo la mezz’ora la reazione del Fasano: al 32’ Díaz in sospetta posizione di fuorigioco si accentra e conclude di sinistro debolmente, nessun problema per Fumagalli, che interviene ancora un minuto dopo per neutralizzare in due tempi un mancino sempre del bomber biancazzurro che in ripartenza si libera di Cipolletta e prova dai sedici metri. Da lì in poi le note di cronaca diventano più scarne e dopo due minuti di recupero si va all’intervallo.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con gli stessi undici del primo tempo. I satanelli cominciano a spron battuto cercando di chiudere subito la contesa e conquistano diversi angoli in pochi minuti. Su uno di questi al54’ Gerbaudo spedisce alto sopra la traversa da buona posizione. Al quarto d’ora primo cambio per Corda che sostituisce Russo con Tedesco, il quale dopo qualche secondo si fa subito ammonire. Nemmeno il tempo di ricominciare a giocare che entra anche Kourfalidis per Salines. Ci prova Cittadino su calcio fermo al 64’: Suma devia in angolo. Al 67’ però improvvisamente il Fasano pareggia: lancio di Cavaliere per Díaz che s’incunea in area e supera Fumagalli in uscita. Al 74’ contropiede veloce degli ospiti con Cavaliere che dopo uno scambio con Díaz si trova a tu per tu con Fumagalli ma si fa ipnotizzare dall’estremo difensore rossonero. All’81’ Il Fasano colpisce ancora: Gomes Forbes viene innescato in campo aperto, lascia sul posto Gentile e si presenta solo davanti a Fumagalli che salva ma la sua respinta finisce sui piedi di Diaz che a porta vuota porta in vantaggio gli uomini di Laterza. All’85’ rosso per Tedesco e Foggia in dieci. Corda tenta la mossa della disperazione con Cipolletta spostato nel ruolo di attaccante. I satanelli si espongono così ai contropiedi di Gomes Forbes che in pieno recupero si fa rimontare da Kourfalidis quando era solo davanti a Fumagalli. Alla fine gli sforzi del Foggia vengono premiati con la testata vincente di Gentile al 94’ su angolo di Cittadino. Finisce così in pareggio un match che i rossoneri hanno prima rischiano di vincere e poi di perdere.

FOGGIA – CITTÀ DI FASANO 2-2
MARCATORI – 19’ Cipolletta (F), 67’ e 81’ Díaz (CF), 94’ Gentile (F)

FOGGIA (3-5-2) – Fumagalli; Cipolletta, Gentile, Di Jenno (70’ Cadili); Salines (62’ Kourfalidis), Staiano (82’ Gibilterra), Cittadino, Gerbaudo, Campagna (74’ Ndiaye Mbaba); Russo (60’ Tedesco), Tortori. A disp.: Di Stasio, Anelli, Buono, Strumbo. All. Ninni Corda
CITTÀ DI FASANO (4-3-1-2) – Suma; De Vitis, Panebianco, Rizzo, Pedicone; Titarelli (68’ Gomes Forbes), Ganci, Bernardini; Prinari (65’ Cochis); Cavaliere, Díaz. A disp.: Notaristefano M., Scardicchio, Pittelli, Notaristefano L., Zito, Lanzone, Serri. All. Giuseppe Laterza

ARBITRO – Dario Di Francesco della Sezione di Ostia Lido (Roma)
ASSISTENTI – Alessio Pasqualetto di Aprilia e Elia Tini Brunozzi
AMMONITI – 38’ Prinari (CF), 61’ Tedesco (F), 72’ Cochis (CF), 74’ Cavaliere (CF), 78’ Suma (CF), 89’ Tortori (F)
ESPULSI – 85’ Tedesco (F)
ANGOLI – 10 / 2
RECUPERO – 2’ / 6’
NOTE –

Related posts

Troppi errori, Foggia crolla nel derby. È contestazione, vacilla De Zerbi

La Redazione

Foggia Calcio, ecco Calderini, l’uomo delle remuntade contro i rossoneri

Domenico Carella

Le sfide del passato: Paganese – Foggia

La Redazione