Un Foggia convincente domina la Gelbison e conquista i tre punti allo Zaccheria

Un Foggia convincente domina la Gelbison e conquista i tre punti allo Zaccheria

Il Foggia liquida la pratica Gelbison, che alla vigilia della partita pareva complicata, con un primo tempo tutta spinta e concretezza ottenendo una vittoria meritatissima di fronte al pubblico dello Zaccheria. Protagonisti Staiano e Russo, che hanno iscritto il proprio nome nel tabellino dei marcatori, completato dall’autorete di Pipolo.

PRIMO TEMPO – Il tecnico del Foggia Corda deve rinunciare ad Anelli, Salvi, Campagna e Iadaresta e schiera il neoacquisto Carboni dal primo minuto. Cadili vince il ballottaggio con Di Jenno in difesa, Cittadino quello con Gerbaudo in mediana. In avanti la coppia veloce di Fasano, Tortori e Russo. Squillante, tecnico della Gelbison, manda in panchina l’ultimo arrivato Tedesco e propone un 4-4-2 con Orlando al fianco di Varela in attacco. Dopo qualche minuto di studio (da segnalare un colpo di testa di Carboni su azione da angolo), al 10’ il Foggia passa con Staiano che a tu per tu con D’Agostino realizza su imbucata di Russo. Tre minuti dopo, un’incursione di Gentile viene contrata al momento del tiro, sul rimpallo Tortori alza il lob da posizione defilata. Al 29’ i rossoneri raddoppiano: punizione di Cittadino dalla trequarti, Cadili cerca la battuta ma è il centrocampista ospite Pipolo a confezionare il più classico degli autogol. Al 36’ si fa vedere timidamente la Gelbison con un colpo di testa di Mautone su punizione tagliata di Uliano che però non impensierisce Fumagalli. Il quale invece si supera (nella specialità della casa) al 43’ uscendo a valanga su Varela lanciato a rete solitario da un liscio di Cadili. È la svolta “definitiva” perché due minuti più tardi Russo batte di sinistro all’altezza del dischetto e fa tris con Tortori che ribadisce la palla in rete (a riga bianca già superata) dopo il goffo tentativo di parata di D’Agostino. Si chiude così sul 3-0 un primo tempo dominato in lungo e in largo dal Foggia.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre senza sostituzioni per i satanelli, mentre i campani propongono tre cambi: Tedesco, De Simone ed Esposito per Passaro, Orlando e Pipolo. Al 48’ tentativo di secondo autogol della Gelbison con De Simone che su cross radente di Cittadino quasi beffa il suo numero uno: la palla smanacciata da D’Agostino finisce in corner. Al 61’ Corda dà spazio a Salines per un Di Masi applaudito calorosamente dallo Zaccheria. Il copione della gara non muta con i rossoneri in controllo del gioco e a caccia del quarto gol, mentre gli ospiti provano a pungere senza però riuscirvi. Al 71’ bell’azione di Tortori che si divincola dalla marcatura a centrocampo e apre per Gentile, assist del capitano per Cittadino che dai sedici metri spedisce alto. Entrano poi anche Gibilterra per un ottimo Staiano e Gerbaudo per Russo, al 1° gol in campionato dopo i due di Coppa Italia. La partita si trascina stancamente verso la conclusione con una nota per l’apparizione di Pertosa chiamato in campo all’85’ in luogo di un positivo Carboni. Al 92’ l’unica nota stonata del match, ovvero l’ammonizione di Gentile che priverà il Foggia del suo capitano nella prossima trasferta di Francavilla in Sinni.

FOGGIA – GELBISON 3-0
MARCATORI – 10’ Staiano (F), 29’ aut. Pipolo (G), 45’ Russo (F)

FOGGIA (3-5-2) – Fumagalli; Carboni (85’ Pertosa), Viscomi, Cadili; Di Masi (61’ Salines), Staiano (75’ Gibilterra, 88’ Cannas), Cittadino, Gentile, Kourfalidis; Russo (79’ Gerbaudo), Tortori. A disp.: Di Stasio, Anelli, Sadek, Di Jenno. All. Ninni Corda
GELBISON (4-4-2) – D’Agostino; Caruso (82’ Zanghi), Cassaro, Mautone, De Gregorio; Pipolo (46’ Esposito), Uliano, Maio, Passaro (46’ De Simone); Varela (69’ Tandara), Orlando (46’ Tedesco). A disp.: Cefarielli, Zullo, Difficile, Giobbe. All. Luigi Squillante

ARBITRO – Carlo Rinaldi della Sezione di Bassano del Grappa
ASSISTENTI – Giuseppe Lipari di Brescia e Manuel Marchese di Pavia
AMMONITI – 31’ Cassaro (G), 57’ Russo (F), 60’ Carboni (F), 74’ Esposito (G), 92’ Gentile (F)
ESPULSI
ANGOLI – 4 / 1
RECUPERO – 2’ / 4’
NOTE

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".