Calcio Foggia, Corda: “Grande approccio alla gara. Mercato? Chi viene deve sposare il progetto”

Calcio Foggia, Corda: “Grande approccio alla gara. Mercato? Chi viene deve sposare il progetto”

Nel post partita il tecnico del Foggia è intervenuto in sala stampa. Queste le sue dichiarazioni. “Abbiamo avuto un grande approccio alla gara, aggressivi e pimpanti come io voglio. La partenza è fondamentale per noi, poi però abbiamo legittimato il risultato, potevamo fare anche qualche gol in più.

Gibilterra si era riscaldato male, non ha rispettato le consegne, il mio errore è stato non cambiarlo dopo tre minuti. Non faccio beneficenza a nessuno. Ho sentito attacchi a me e alla società, anche se chi poi li fa non viene in conferenza, noi continuiamo a lavorare bene.

Il mercato? Fino al 23 può succedere di tutto, le nostre concorrenti nel girone non ci danno i giocatori. Dopo il 12 ci sarà il mercato degli svincolati e vedremo chi può venire da noi. Stiamo trovando poca serietà in alcune altre società, prima ci dicono sì, poi no e poi magari non esiste. Dobbiamo usare la testa nelle scelte perché “la gattina presciolosa fa i gattini ciechi”.

Iadaresta ha avuto un problema all’adduttore: non c’è altro da dire. Poi vedremo chi resta e chi va. Il Bitonto gioca sempre dopo? Il problema non è il Bitonto, ma chi accetta gli orari che il Bitonto propone. La vittoria, lo ripeto è importante perché è stata una settimana difficile e perché loro avevano una difesa importante, li abbiamo studiati bene. Dobbiamo migliorare nella continuità di quando facciamo bene perché dopo i mezzi passi falsi sinora abbiamo sempre fatto bene.

Russo non deve avere l’assillo del gol, così come Tortori. Se si allena bene e lavora per la squadra il gol arriva. Oggi lui e Tortori hanno fatto benissimo. L’obiettivo è vincere le prossime due, passare un bel Natale e poi vediamo. Il gruppo lavoro bene da agosto: io ricordo che i tifosi al primo incontro ci avevano chiesto di fare un girone d’andata per rimanere vicino ai primi, stiamo facendo molto di più. Però c’è chi è scontento e critica. E se fossimo Taranto e Cerignola che oggi sono a sette punti da noi, cosa dovremmo dire? Vorrei che ogni tanto qualcuno ricordasse questo.

In questa settimana qualcuno arriverà ma vedremo poi se potrà debuttare. Chi viene deve seguire il nostro progetto. Alcuni giocatori non ce li hanno dati, altri pensano invece agli orari degli allenamenti. Di queste persone non abbiamo bisogno perché qui c’è un gruppo importante che lavora bene e lascia agli altri le “chiacchiere da bar”. Cittadino ha fatto bene ma deve fare di più, così come i giovani dai quali mi aspetto di più, devono fare di più.”

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".