SERIE C SILVER. Sorprendente Diamond, vittoriosa a Bari col Cus (79-90)

SERIE C SILVER. Sorprendente Diamond, vittoriosa a Bari col Cus (79-90)

Bari, 26 ottobre 2019. La Diamond Foggia coglie il secondo successo di fila espugnando il parquet del Cus Bari (79-90) al termine di una gara combattuta ed interessante che ha visto i ragazzi di coach Papa condurla per quasi tutti i 40’ e chiuderla a proprio favore dopo aver rintuzzato il tentativo di recupero della coriacea squadra barese. Per cui, alla fine, la vittoria degli ospiti è meritata e non fa una grinza. La sfida tra “giovanotti” ha premiato la Diamond, la cui voglia di bissare il successo col Trani e rimpinguare di più la classifica è stata determinante, anche se i padroni di casa non hanno affatto sfigurato. E, al suono dell’ultima sirena, i “diamondini” hanno potuto far esplodere l’esultanza per la vittoria con un urlo liberatorio. Il Cus Bari non è stato affatto un avversario facile ed hanno dovuto impegnarsi a fondo per portare a casa i due punti. Ovviamente i ragazzi in canotta nero arancione non sono ancora al meglio dal punto di vista dell’intesa di gioco ma la strada intrapresa è quella giusta e sicuramente i risultati arriveranno. Per il momento godono per la vittoria su un parquet quasi sempre poco produttivo e si allontanano sensibilmente dalla zona che scotta, posizionandosi a centro classifica a ridosso delle squadre che lotteranno per la promozione. Come anticipato, il Cus non ha reso vita facile. Con un pressing asfissiante ed una marcatura ad uomo al limite del regolamento ha creato non poche difficoltà. Ma la Diamond ha preso le giuste misure ed ha cominciato col piede giusto. Nonostante i ritmi elevati imposti dai baresi, si sono aggiudicati il primo parziale (15-26) mettendo in evidenza le giocate di Roso, Kelmelis e Coppola e il notevole contributo di Ulano, Lioce e Padalino. Nei successivi 10’ il Cus reagiva con veemenza e, trascinata dall’ottimo Veccari, mentre sotto canestro il neo arrivato, lo spagnolo Capoicordero, si metteva in evidenza sotto i tabelloni. Quindi i cussini ricucivano parzialmente lo strappo iniziale, dimezzando lo svantaggio al termine del primo tempo. La Diamond, da parte sua, perdeva in brillantezza e lucidità, soffrendo oltremodo il pressing asfissiante dei cussini. Le tre triple di Digiorgio, Ulano e Roso, limitavano i danni ma i padroni di casa facevano intendere (37-43) su quali binari sarebbe proseguito il match. Infatti, alla ripresa del gioco, il Cus, sospinto dai numerosi tifosi, continuava a lavorare ai fianchi. Veccari infilava il canestro in tutti i modi possibili ed immaginabili, mettendo in seria difficoltà gli ospiti che, al termine del terzo periodo, per la prima volta erano costretti ad inseguire (59-58). Nell’ultimo e decisivo parziale però gli uomini di Papa non si disunivano. E reagivano cambiando decisamente marcia. La difesa foggiana adottava un pressing ancor più efficace costringendo all’errore gli avversari. Eugenio Padalino rischiava una denuncia per i tanti palloni “rubati” in fase difensiva e trascinava i suoi realizzando punti importanti e dispensando assist ai compagni, che approfittavano per rimpinguare il bottino personale e, conseguentemente, lo score di squadra. Roso e Coppola (tre triple il primo ed una il secondo), sfruttando con abilità le ripartenze, spegnevano definitivamente le velleità di rimonta dei padroni di casa. Ai quali non bastavano i 26 punti di Veccari per evitare la sconfitta. Roso (28) e Coppola (24) risultavano più prolifici grazie all’ottimo lavoro di squadra quasi sempre all’altezza della situazione. Il 79-90 finale premia la compagine dauna, fa ben sperare per il prosieguo di campionato e, soprattutto, consente di affrontare il secondo turno esterno consecutivo, domenica a Barletta, con maggiore serenità.

Cus Bari – Diamond Foggia 79 – 90 (15-26; 37-43; 59-58)

Cus Bari: Cuomo 13, Capoicordero 18, Martellotta 4, Veccari 26, Lorusso 6, Favia 10, Battista 2, De Astis, Rutigliano, Grittani. Coach: Traversa.

Diamond Foggia: Di Tullio, Digiorgio 3, Zagni 2, Kelmelis 13, Ulano 10, Papa, Padalino 8, Lioce 2, Roso 28, Coppola 24. Coach: Papa.

Arbitri: Giuseppe Russo di Taranto e Gennaro Capobianco di Pulsano.

Note: 5 falli Favia. Fallo tecnico a Roso e Papa.

Parziali: 15/26, 22/17, 22/15, 20/32.

Nella foto di Paolo Giuva il play Eugenio Padalino

AREA COMUNICAZIONE ASD DIAMOND BASKET FOGGIA

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".