LE PAGELLE DEL FOGGIA CALCIO – Marchio doc “IadaTesta”, Gentile un salvataggio che vale un gol

LE PAGELLE DEL FOGGIA CALCIO – Marchio doc “IadaTesta”, Gentile un salvataggio che vale un gol

LE PAGELLE DEL FOGGIA CALCIO – Marchio doc “IadaTesta”, Gentile un salvataggio che vale un gol

FUMAGALLI voto 6 – Giocare da libero è una necessità contro un avversario che verticalizza e con la tua difesa rabberciata. A inizio ripresa compie un miracolo in scivolata su un avversario lanciato a rete. Fa respirare la squadra quando necessario e non ha colpe sul gol.
KOUFALIDIS voto 6 – A destra il primo tempo, a sinistra il secondo. Non brilla certo per qualità ma lotta col fisico da veterano, nonostante la carta d’identità dica 2002.
GENTILE voto 6 – Tenere la posizione per lui non è facile. Palla al piede si sbilancia in avanti per poi dover recuperare affannosamente. Nel complesso tiene bene la difesa e nel secondo tempo salva un gol sulla linea. Il pareggio è anche suo.
IADARESTA voto 6,5 – Mette i centimetri nelle sponde e sui calci d’angolo. Io occasione di uno di questi segna alla sua maniera: tocco con la fronte e parabola dolce a far una carezza al palo. Come al solito, però, predica nel deserto. Il soprannome è sfornato: IadaTesta!
RUSSO voto 5,5 – Nel ruolo di mezzala è un pesce fuor d’acqua. Difende come può ed è eccessivo nel portare palla. Negli ultimi 16 metri non incide.
GERBAUDO voto 6 – Mette al centro l’angolo del gol ma la qualità che lo contraddistingue ha fatto fatica a venir fuori. Tra i motivi anche un campo quasi impraticabile
TORTORI voto 5,5 – Eccessivamente macchinoso in alcuni frangenti. Ha una palla d’oro nel primo tempo ma non la concretizza in gol. Nel secondo tempo gioca molti palloni in meno
SALVI voto 6 – L’esperienza lo aiuta in fase di marcatura, a campo aperto soffre. In questi casi, però, si dice che sa fare di necessità virtù. Lo spirito d’abnegazione e il sacrificio vanno apprezzati.
CAMPAGNA voto 5,5 – Non è il miglior Campagna ma nel primo tempo è uno dei pochi a servire cross al centro.
STAIANO voto 5,5 – Coltello tra i denti a far legna come si può, ma in alcuni momenti manca la qualità e nel contrasto fisico paga qualche centimetro in meno degli avversari.
DI JENNO voto 6 – Nei tre centrali è quello che deve mettere la corsa. Deve contrastare il numero 9 avversario e comunque lo argina.

CITTADINO voto 5,5 – Subentra a partita in corso e si trova a dover gestire il momento di maggior pressione del Brindisi.
VISCOMI voto 6 – Entra e inizia a spedire palloni lontano dall’area. Mura con un grande intervento D’Ancora che nel finale prova il diagonale vincente
CADILI voto 6 – Subentra e il Brindisi ha subito una palla gol nel suo settore. Poi prende minuto dopo minuto padronanza del campo.
CANNAS voto 5,5 – In una partita fisica prova a fare l’unica cosa possibile con il suo fisico minuto: girare attorno a Iadaresta cercando la classica palla sporca. L’idea è ok, meno i risultati, perché a conti fatti tocca pochissimi palloni

CAU voto 6 – La formazione sperimentale di partenza ha fatto tremare i tifosi sui Social. Un tempo senza difensori di ruolo. Ma all’intervallo il Foggia non soffre quasi mai, grazie anche all’attenzione nelle uscite di Fumagalli.

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".