Il Calcio Foggia 1920 sposa il sociale: presentata la “partnership” con l’associazione “Bikers for Life”

Il Calcio Foggia 1920 sposa il sociale: presentata la “partnership” con l’associazione “Bikers for Life”

“Un motivo d’orgoglio per noi”, con queste parole il responsabile della comunicazione del Calcio Foggia 1920, Mario Ciampi, ha introdotto la conferenza di presentazione della partnership tra la società rossonera e l’associazione “Bikers for Life”, rappresentata dall’avvocato Loporchio.

“Occuparci del sociale”, ha aggiunto l’addetto stampa del Foggia, “ è molto importante per noi, porto i saluti del Presidente, dell’Amministratore Delegato e di tutto il CDA del club. Questa iniziativa ci aiuta a raggiungere nazioni e bambini che hanno bisogno di aiuto.”

L’iniziativa è stata spiegata dall’avvocato Loporchio che prima però ha presentato l’associazione: “Siamo un’associazione di Bikers, di motociclisti, nata nel 2013 con la finalità di aiutare chi ha bisogno e tra chi ha bisogno ci sono i bambini, in particolare quelli più deboli. Nel 2013 iniziammo raccogliendo fondi per l’orfanotrofio di Bambaran in Guinea Bissau. Però abbiamo lavorato anche per Foggia: un anno ci occupiamo, infatti, di progetti per l’estero e un anno di progetti per la nostra città. Abbiamo ad esempio “arredato” una nursery agli Ospedali Riuniti di Foggia. La nostra è una città sempre molto generosa e questo è per me motivo di grande orgoglio. L’anno scorso abbiamo aiutato i bambini autistici di Foggia raccogliendo 8mila euro.”

Il modus operandi della “Bikers for Life” è lineare: “Noi non diamo soldi, chiediamo ciò che serve e portiamo il materiale richiesto. Scegliamo i progetti soprattutto in ragione della sicurezza dei referenti che incontriamo. Per l’Africa abbiamo referenti validi e fidati. La Caritas diocesana ci fa da tramite. Noi prima verifichiamo l’affidabilità di chi ci chiede qualcosa, la serietà di chi può ricevere l’aiuto.”

Nello specifico, poi, l’avvocato Loporchio ha parlato di questa iniziativa alla quale si è legato il Calcio Foggia, che parteciperà con un set completo di 30 completini da calcio che saranno donati ai bambini che i bikers raggiungeranno in moto: “Partiremo lunedì 4 novembre dal Comune di Foggia, alla presenza di autorità e dei bambini delle scuole Santa Chiara e Giovanni Pascoli.

La scelta del Comune è simbolica perché rappresenta la città di Foggia che deve essere vista per quello che fa. Ma l’appuntamento di lunedì sarà solo l’inizio della fase conclusiva di questa iniziativa. Che aveva visto la raccolta fondi (raggiunta quota 17mila euro) l’8 e 9 giugno con 450 equipaggi motociclistici arrivati da tutta Italia. Partiremo con equipaggi anche di Salerno e Napoli.

Porteremo anche la maglia oggi presentata (quella in foto nda) che sarà consegnata al Vescovo di Bissau. Da Foggia raggiungeremo Genova e ci imbarcheremo per Tangeri. Da lì scenderemo verso Bissau, dove sosteremo due giorni ospitati dalla Caritas del posto e poi ripartiremo via terra per tornare attraverso il Senegal, il Gambia, la Mauritania e il Marocco. Non abbiamo mezzi di supporto per cui porteremo, oltre ai completi del Foggia e alcune magliette, solo quello che la moto ci consentirà. Siamo quattro moto con quattro bagagli.”

Il viaggio sarà seguito attraverso un servizio fotografico che verrà preparato durante la traversata in nave del ritorno e diffuso anche sui mezzi di comunicazione “social” del Calcio Foggia. Per chiudere l’avvocato Loporchio ha tenuto a ringraziare, oltre al Calcio Foggia, anche la tifoseria rossonera sempre generosa e vicina a iniziative lodevoli come questa: “Ringrazio la tifoseria del Foggia, i suoi tanti tifosi che incontro e che ci appoggiano.”

È questo il volto positivo di una città con tanti problemi ma che non si tira mai indietro quando c’è da aiutare chi ne ha bisogno…

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".