Calcio Foggia, Corda: “Con il Casarano dovremo essere decisi, determinati e cattivi”

Calcio Foggia, Corda: “Con il Casarano dovremo essere decisi, determinati e cattivi”

Conferenza pre-partita per il tecnico Corda che così inquadra il confronto di Casarano di domani: “La partita ha un valore importante, il Casarano è assieme al Cerignola la squadra che ha speso di più, con giocatori che hanno vinto il campionato, molti di «C», c’è chi ha giocato anche in «A».

È una squadra completa in tutti i reparti, che se ha tenuto fuori nelle ultime settimane Tiscione vuole dire che ha qualità. È una società seria, con un allenatore bravo che fa giocare bene la sua squadra. Mi attendo ancora una crescita, una risposta importante e soprattutto i tre punti che sono la cosa più importante. Ci aspettiamo uno Zaccheria pieno per darci una mano.”

Saranno indisponibili ancora Maccarrone (si riaggregherà martedì alla squadra), Tortori, Notaristefano e Gemmi. Salines invece “(…) è in ripresa, è convocato, ha fatto tre allenamenti con la squadra ma certo non ha i novanta minuti sulla gambe.”

L’attenzione si è spostata sul post Turris: “Psicologicamente la situazione era positiva dopo la vittoria della partita e la crescita della squadra, ma poi c’è sempre qualcosa – che capita solo a Foggia – che deve «rompere» a tutti, alla città, ai tifosi, alla società. Ce ne faremo una ragione e cercheremo di essere più forti. Sulla vicenda dico che il comunicato stampa della società è esemplare, come gli interventi di Pio e Amedeo che ringrazio, quello del sindaco Landella. Bisognava stare più attenti ma parlare di quarta mafia è una sciocchezza. I deferimenti? Non mi risulta che – a oggi – ci siano stati deferimenti per i cori dei giocatori del Brescia sulla storia del «Terún».”

Tornando al campo, la gestione dei giocatori e la contingenza ha portato Corda a posizionare alcuni giocatori in ruoli differenti da quelli originali. Tra questi Salvi: “Sta facendo benissimo in quel ruolo, ma con me era già successo a Como, c’era chi faceva una partita in mediana e una in difesa.” Capitolo giovani: “I giovani hanno avuto alti e bassi, stanno facendo bene ma da loro pretendo ancora di più e quando saremo ancor di più al completo con il ritorno di Notaristefano cresceranno in competitività perché anche solo un respiro potrà costare una maglia.”

Finale dedicato alla classifica: “Come ho già avuto modo di dire, prima di dicembre non ha senso guardare la classifica, pensiamo giornata dopo giornata, è un girone dove ci sono molti pareggi e per ora nessuno allunga. Ma a me ora interessa solo il Casarano, contro cui dovremo essere belli decisi, determinati e cattivi, come sappiamo essere noi.”

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".