Al termine di un confronto equilibrato Foggia e Casarano pareggiano 1-1 allo Zaccheria

Al termine di un confronto equilibrato Foggia e Casarano pareggiano 1-1 allo Zaccheria

Si prevedeva un incontro difficile e così si è dimostrato sul campo. Foggia e Casarano si dividono la posta in palio: nel primo tempo meglio il Casarano con Fumagalli chiamato ad almeno due interventi prodigiosi; nella ripresa più convinto il Foggia che va avanti con Iadaresta su corner di Cittadino. Il pari è del difensore Mattera sempre su azione da calcio d’angolo.

PRIMO TEMPO – Il tecnico del Foggia Corda (squalificato, al suo posto c’è il vice Cau) ripropone Cadili e Viscomi in difesa, Staiano e Cittadino a centrocampo e Cannas in avanti. Panchina per Kourfalidis e Russo. De Candia, tecnico del Casarano, punta sul tridente Mincica, Olcese e Cianci e sull’esperienza dell’ex Bologna Morleo. Girasole non recupera, Tiscione e Foggia ancora fuori dall’undici iniziale. Partono fortissimo gli ospiti che chiamano Fumagalli a un miracolo già al 3’ con un colpo di testa su azione d’angolo destinato a finire in rete e che invece il portierone rossonero devia in corner con un balzo felino. Ci riprovano i salentini quattro minuti dopo con una girata di Olcese su assist di Mincica. Primo squillo del Foggia al 15’ con una combinazione Gentile, Iadaresta che appoggia a Cittadino il cui shoot viene contrato in angolo. Sul corner errore del portiere Al Tumi ma Viscomi non riesce ad approfittarne. Poco dopo Palmisano (che ha imperversato per mezz’ora sulla destra) confeziona un cross prezioso per Olcese il quale gira a lato con Fumagalli stavolta immobile. Sul ribaltamento di fronte Di Masi scodella al centro per il break di Cittadino che non arriva però sulla sfera. Al 24’ altro intervento prodigioso di Fumagalli stavolta su “zuccata” a colpo sicuro ancora del gaucho Olcese. Corda (dalla tribuna) vede la sua squadra in difficoltà e corre ai ripari inserendo al 37’ Kourfalidis e Campagna per Staiano e Di Masi, ovvero cambia i due esterni di centrocampo. Il tempo si chiude con i satanelli in crescita e Cittadino che sfiora la rete su piazzato al 49’ con al Tumi che si distende e manda in angolo proprio mentre l’arbitro, il sig. Gianquinto, spedisce tutti negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con le stesse squadre che avevano chiuso il primo tempo. Subito, dopo venti secondi, incursione di Gentile fermato con un fallo ai 25 metri: calcia lo stesso capitano ma la palla s’infrange sulla barriera. Poco dopo discesa di Occhiuto sulla sinistra, cross per Palmisano che non inquadra la porta. Ci prova anche Kourfalidis di destro ma la palla finisce a lato della porta ospite. Occasione importante per Cannas al 50’ su sponda aerea di Iadaresta, ma il mancino del giovane attaccante sardo finisce di poco fuori. Rossoneri più incisivi e determinati, Casarano meno brillante e al 56’ Cannas tenta la girata di testa, la palla però sfila via senza creare pericoli. Al 64’ esce Salvi infortunato, al suo posto Russo con Gentile che scala in difesa (Cadili a destra e Viscomi a sinistra). Sette minuti dopo è la volta di Gibilterra che rileva un Cannas (positiva la sua prova) stanco. Al 72’ il Foggia raccoglie i frutti della sua pressione e va in vantaggio ancora su corner (di Cittadino) e ancora con Iadaresta, in quest’occasione di piede in anticipo sul suo marcatore. Conclusione debole di Gerbaudo all’82’, mentre De Candia si gioca la carta Tiscione. All’85’ il Casarano – alla seconda occasione della ripresa – pareggia: angolo proprio di Tiscione e stacco imperioso di Mattera su cui stavolta Fumagalli non può nulla. Al primo minuto di recupero Al Tumi quasi la combina grossa con una palla persa in pieno controllo, ma Cittadino spedisce fuori il prezioso assist di Iadaresta. Si chiude così il match con un pari sostanzialmente giusto.

FOGGIA – CASARANO 1-1
MARCATORI – 77’ Iadaresta (F), 85’ Mattera (C)

FOGGIA (3-5-2) – Fumagalli; Salvi (64’ Russo), Viscomi, Cadili; Staiano (37’ Kourfalidis), Cittadino, Gerbaudo, Gentile, Di Masi (37’ Campagna); Iadaresta, Cannas (71’ Gibilterra). A disp.: Di Stasio, Sadek, Salines, Di Jenno, Buono. All. Roberto Cau
CASARANO (3-4-3) – Al Tumi; Mattera, D’Aiello, Morleo; Palmisano (75’ Balla), Giacomarro, Buffa, Occhiuto; Mincica (82’ Tiscione), Olcese (64’ Foggia), Cianci (86’ Cappilli). A disp.: Guarnieri, Santagata, Lobjanidze, Feola, Russo. All. Pasquale De Càndia

ARBITRO – Edoardo Gianquinto della Sezione di Parma
ASSISTENTI – Emanuele Renzullo di Torre del Greco e Francesco Rinaldi di Policoro
AMMONITI – 43’ Mattera (C), 93’ Occhiuto (C)
ESPULSI –
ANGOLI – 7/ 5
RECUPERO – 4’ / 5’
NOTE –

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".