Le PAGELLE di GIANPAOLO LIMARDI –  Iadaresta, cuore e… testa al servizio della causa. Gentile, una “pintura”. Bravo Di Jenno

Le PAGELLE di GIANPAOLO LIMARDI – Iadaresta, cuore e… testa al servizio della causa. Gentile, una “pintura”. Bravo Di Jenno

DI STASIO 6 – Un errore evidente in occasione del gol del Vastogirardi, per il resto una buona prestazione e un intervento importante su Guerrieri

SALINES 6 – Continuiamo a ritenere che questo ruolo ne limiti le potenzialità di spinta, ma ha sofferto meno che con il Gravina e ha trovato la via del gol

ANELLI 6 – Ha utilizzato esperienza e mestiere per gestire qualche situazione “scabrosa” in area di rigore. Non si è capito con Cadili sul gol dei molisani

CADILI 5,5 – Ha lasciato schizzare via Kyeremateng in occasione della rete dell’ex foggiano e nel complesso è andato un po’ in confusione nella marcatura

SADEK 5,5 – Timido, quasi spaesato, senza troppe iniziative da ricordare. Ha svolto il compitino senza mai accelerare. Da rivedere più avanti

CAMPAGNA 5,5 – Ha messo il suo destro al servizio dei calci piazzati (in assenza di Cittadino) ma non ha brillato perdendo qualche pallone di troppo. Sostituito all’intervallo

SALVI 6 – Meglio nel suo ruolo: muscoli e aggressività in dosi sufficiente ad ammorbidire i centrocampisti del Vastogirardi. Deve fare meglio in fase d’impostazione

GENTILE 6,5 – Un gol di pregevole fattura, di controbalzo con coordinazione e precisione. Il resto è movimento e alcune buone intuizioni

DI JENNO 6,5 – Come ha poi dichiarato in conferenza stampa, la non convocazione con il Gravina gli ha giovato. Una spinta costante e un assist con i fiocchi

IADARESTA 7 – A volte sonnecchia, il piede non è dei più raffinati ma lotta come un leone, ripiega anche con corse lunghe e poi la butta dentro

TORTORI 5,5 – Quasi impalpabile in fase offensiva, come appena alcune intenzioni non trasformate in azioni. Si sacrifica ma non incide

KOURFALIDIS 6 – Un piccolo passo avanti rispetto ai 45’ difficili del suo esordio con il Gravina. Ha cambiato più di una posizione ma si è saputo destreggiare

CITTADINO 5,5 – Poteva sacramentare la partita chiudendo la contesa con il gol del 4-1 che si è invece divorato da solo davanti al portiere ospite Luglio

GERBAUDO 6 – Un voto di stima perché la condizione è palesemente lontana da quella ideale. Alcuni interventi però hanno fatto intravedere le sue qualità

RUSSO NG – La partita si era già incanalata verso un finale scontato quando lui è entrato per cui riteniamo inopportuno valutarne la prestazione

BUONO 6 – Ha giocato meno di Russo ma lo vogliamo premiare con un voto perché in pochi minuti ha fatto vedere una grinta che fa ben sperare

CORDA 6,5 – Ha rischiato schierando quasi tutti i titolari, o perlomeno quelli che hanno giocato di più. Gli va dato il merito di aver così rispettato i tifosi presenti e la competizione

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".