Le pagelle della Salernitana di Guido Cavaliere

Le pagelle della Salernitana di Guido Cavaliere

Le pagelle della Salernitana di Guido Cavaliere

Salernitana (3-5-2)

Micai 6 – Iemmello gli tira addosso. Sbaglia poco, dimostrandosi affidabile.
Migliorini 6 – Un baluardo. Quando vede rossonero sfodera sempre prestazioni importanti. In un’occasione sfiora anche la rete.
Schiavi 6 – Fa valere la sua esperienza e i suoi muscoli. Controlla bene gli attacchi dauni.
Mazzarani 6 – Ha il merito di aver crossato un’infinità di palloni nell’area foggiana.
Gigliotti 5,5 – Alle volte qualche suo intervento poco equilibrato avrebbe potuto far cambiare l’inerzia della partita .
Casasola 5 – Mai pericoloso, viene sostituito nella ripresa.
Pucino 6 – Più in palla del suo compagno. Entra dando un buon apporto alla squadra.
Akpa Akpro 6,5 – Tanta corsa per il ragazzo. Gli manca l’ultimo passaggio.
Di Tacchio 6,5 – Lotta per tutti i novanta minuti. Un leone.
Castiglia 4,5 – Per cinquanta minuti la Salernitana ha giocato in dieci. Sostituito.
Rosina 7 – Entra e cambia il volto alla gara. Dai suoi spunti partono le azioni più pericolose. Ha anche il merito di affrontare a muso duro e zittire il tedesco del Foggia che, in campo, parla davvero tanto.
Vitale 6,5 – Il suo gol gli vale il sei e mezzo in pagella. Fino ad allora partita ordinaria e ordinata.
Jallow 6 – Le cose migliori le ha fatte vedere da centrale d’attacco che punta la porta. Impegna, infatti, Bizzarri con un tiro poderoso. Giocando da esterno, invece, perde le sue peculiarità.
Bocalon 5 – Non ne vede una. Sarà la condizione, sarà l’aspetto psicologico ma Bocalon non può reggere da solo per tutto il campionato l’attacco granata.

All. Gregucci 6 – In tre giorni non si risolvono i problemi di una squadra. Lui interviene sulla testa dei calciatori.
Adotta un sistema di gioco con una squadra compatta, lasciando pochi spazi agli avversari. In avanti c’è molto da lavorare.

Biografia Autore