CDM – Il Foggia torna alla vittoria Cremonese battuta 3-1

CDM – Il Foggia torna alla vittoria Cremonese battuta 3-1

CDM – Il Foggia torna alla vittoria. Cremonese battuta 3-1

Tutti i gol nel primo tempo. Poi arriva la notizia della morte di un tifoso lombardo e nella ripresa la partita continua in segno di lutto in un clima surreale: senza tifo, in composto silenzio e senza striscioni

Dopo più di due mesi il Foggia torna alla vittoria. Nella serata più difficile, a pochi giorni dall’esonero di Grassadonia e con il tecnico della Primavera Gaetano Pavone in panchina (in attesa della nomina del nuovo allenatore), i rossoneri battono 3-1 la Cremonese. Accade tutto nella prima frazione. Mazzeo porta in vantaggio il Foggia, Mogos pareggia, poi in tre minuti Kragl e Iemmello consegnano alla formazione di Pavone una vittoria che mancava dallo scorso 6 ottobre (3-2 all’Ascoli).

Tutti i gol nel primo tempo

Il Foggia torna al passato e si schiera con il 3-5-2. Zambelli e Kragl sono gli esterni di centrocampo. In difesa spazio al rientrante Tonucci. Coppia d’attacco composta da Mazzeo e Iemmello. I rossoneri partono determinati e dopo poco meno di un minuto, un pallone vagante in area toccato da Gerbo, arriva sui piedi di Mazzeo al limite dell’area piccola. L’attaccante controlla e tira, ma la difesa lo mura. Lo stesso attaccante si rifà al 14’, quando realizza il gol del vantaggio: cross di Zambelli deviato da un difensore, palla a Mazzeo che infila la porta con il piatto destro. Inutile il tentativo di intervento di Ravaglia che tocca ma non evita che la palla entri in porta. Il vantaggio rossonero sveglia la Cremonese. Al 17’, su un calcio d’angolo di Greco, Castrovilli gira di destro. Ne nasce una traiettoria che va a stamparsi sulla parte alta della traversa per poi uscire sul fondo. La Cremonese sale di tono e due minuti più tardi Carretta mette al centro un radente per Paulinho, ma la conclusione di destro del brasiliano viene parata a terra dal portiere. Altri due giri di lancette e Bizzarri deve deviare in angolo una conclusione dal limite di Paulinho. Il gol è nell’aria e arriva sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Calcia Greco, prolunga Claiton e incorna in rete Mogos, a due passi dalla linea di porta. La partita cambia nuovamente inerzia. Il Foggia si scuote e torna alla carica. Al 36’ Mazzeo ruba palla e serve in profondità per Iemmello, che affretta i tempi del tiro ma sbaglia la misura spedendo a lato. Ma a riportare avanti i rossoneri è una punizione di Kragl dai venticinque metri. La palla è una saetta e sibila nell’angolino della porta, con il portiere che resta di sale. Il Foggia serve il tris al 42’. Gerbo dal limite scaglia il destro, palla che si stampa sulla traversa e torna al centro dell’area dove c’è Iemmello a ribadire in rete di testa.

La ripresa

La ripresa si apre con la triste notizia della scomparsa di un tifoso della Cremonese, che stava raggiungendo lo Zaccheria per assistere alla gara. Le curve dello Zaccheria ritirano gli striscioni e assistono al resto della partita in silenzio. Sul campo la partita continua ma a ritmi meno frenetici. Le migliori azioni sono dei rossoneri. All’11’ st il Foggia calcia due volte in porta. Prima Iemmello impegna il portiere alla respinta, poi è Gerbo a cercare il tiro dal limite con Ravaglia che devia. Al 18’st Iemmello può chiudere la partita. Mazzeo lo serve in profondità, lui brucia il diretto marcatore con uno scatto e si presenta davanti al portiere, seppur in posizione defilata, ma la conclusione è debole e centrale. Al 26’st è Martinelli a provare il destro dal limite ma la palla esce a lato. Il primo tentativo della Cremonese arriva poco prima della mezzora con un cross che Migliore di testa manda alto. Al 33’st Rubin, appena subentrato a Busellato (infortunato) serve un pallone leggermente troppo arretrato per Mazzeo che non riesce a spingere in rete. Nel recupero due brividi: Bizzarri si oppone brillantemente a un colpo di testa di Paulinho, poi Kragl sfiora un cross teso di Rubin senza riuscire a imprimere la necessaria forza. Al fischio finale nessuna festa dello Zaccheria ma applausi. La squadra a centrocampo dedica la vittoria al compagno di squadra Camporese, mostrando la maglia numero 31. Il centrale si è infortunato nel corso del match di Livorno di domenica scorsa.

fonte: Domenico Carella – Il Corriere del Mezzogiorno

Visita: Foggiasport24.com
CLICCA QUI
per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook
CLICCA QUI per scaricare gratis la nostra app Android

Biografia Autore