Foggia Calcio, Primavera 2: sconfitta di misura | Foggiasport24.com

Foggia Calcio, Primavera 2: sconfitta di misura

Foggia Calcio, Primavera 2: sconfitta di misura

Foggia Calcio, Primavera 2: sconfitta di misura

Il Foggia Primavera cade dopo una gara rocambolesca. Al Centro Sportivo “Avellola” di Benevento, i rossoneri cedono per 3-2 ai padroni di casa, dopo una gara dall’andamento altalenante.

Mister Gaetano Pavone schiera il consueto 4-3-3: tra i pali c’è Di Stasio, con Catapano, De Vitis, Quaranta e Cucci a comporre la linea arretrata; in mediana Vallario ed Amabile sono affiancati da Bakari, mentre il tridente offensivo vede Cavallini e Marini a sostegno di Palumbo. Avvio equilibrato, la prima emozione arriva al 16’, quando un contatto in area tra Bakari e Rimoli, con quest’ultimo atterrato, viene sanzionato con il penalty. Dal dischetto va Pinto, che trasforma e porta avanti il Benevento. I rossoneri subiscono il colpo e vengono colpiti una seconda volta alla mezz’ora, quando lo stesso Rimoli, su traversone dalla destra, può svettare tutto solo e battere Di Stasio per il 2-0. Qualche istante più tardi primo cambio per il Foggia, con Marini costretto a lasciare il campo e Muscatiello a subentrare. Si va a riposo sul 2-0.

I ragazzi di mister Pavone rientrano dagli spogliatoi mostrando grinta e caparbietà e trovano subito il gol che riapre la gara: Amabile serve Cavallini, che entra in area, salta un uomo e batte Carriero riaprendo il match. Si rivedono in campo anche Albano e Diallo, che sostituiscono rispettivamente Bakari e Palumbo. Al 75’ il Benevento resta in dieci, con De Caro che rimedia la seconda ammonizione e prende anzitempo la via degli spogliatoi. Nonostante l’inferiorità numerica, i padroni di casa riescono ad allungare, con Dublino che, direttamente da calcio di punizione, fa 3-1. Il Foggia risponde subito, accorciando un minuto più tardi: Albano, servito con un bel lancio, può concludere a rete e piazzare la sfera dove per Carriero è impossibile arrivare. Ci si gioca tutto nel finale, con le due squadre che vedono ristabilirsi la parità numerica in campo, visto il secondo giallo che costringe Muscatiello a lasciare il campo, ma non accade altro: al triplice fischio, i rossoneri devono cedere per 3-2, rimediando il quinto stop stagionale e rimanendo a quota 3 in graduatoria.

TABELLINO

BENEVENTO: Carriero, Onda, De Siena, Cuccurullo, Pastina, De Caro, Rimoli (dal 63’ Dublino), Fall, Pinto (dal 63’ Di Serio), Mancino (dal 73’ Peluso), Balsamà (dal 56’ De Luca). A disp.: Picerno, Di Ronza, Rillo, Eletto, Nembot, Santarpia, Mirante. All.: Bovienzo.

FOGGIA: D.Di Stasio, Catapano, Cucci, Vallario, De Vitis, Quaranta, Cavallini, Bakari (dal 73’ Albano), Palumbo (dall’81’ Diallo), Amabile, Marini (dal 31’ Muscatiello). A disp.: Mejiri, Lioce, Fiore, Carella, Nannola, Sergio, Ridzal, S.Di Stasio, Pitarresi. All.: Pavone.

Arbitro: sig. Giovanni Nicoletti di Catanzaro.

Assistenti arbitrali: Fernando Cantafio di Lamezia Terme e Roberto Terenzio di Cosenza.

MARCATORI: 17’ Pinto rig. (B), 29’ Rimoli (B), 49’ Cavallini (F), 81’ Dublino (B), 82’ Albano (F).

AMMONITI: Rimoli, Balsamà (B); Bakari, Amabile (F). – RECUPERI: 0’ p.t.; 4’ s.t..

NOTE: Espulsi al 75’ De Caro (B) ed all’85’ Muscatiello (F) per doppia ammonizione.

Area Comunicazione Foggia Calcio

Biografia Autore

Potrebbero interessarti