Foggia calcio, Grassadonia: “Con questa prestazione abbiamo spazzato via Cosenza” | Foggiasport24.com

Foggia calcio, Grassadonia: “Con questa prestazione abbiamo spazzato via Cosenza”

Foggia calcio, Grassadonia: “Con questa prestazione abbiamo spazzato via Cosenza”
Dopo il pareggio contro il Lecce, il tecnico del Foggia Grassadonia si è presentato in sala stampa per commentare la gara.

Queste le sue dichiarazioni: “È stata una bella partita, abbiamo fatto una prestazione molto buona, la squadra ha fatto bene. C’è rammarico per averla riaperta con la punizione di Mancosu, occorre avere più personalità quando c’è da “ammazzarla”.

Abbiamo dovuto effettuare due sostituzioni forzate, la terza ce la siamo tenuta per emergenza, la squadra comunque ha fatto bene. C’è il rammarico e occorre fare quanto fatto sino al 2-0. Poi c’è stata un po’ di tensione, loro l’hanno riaperta sul 2-1, abbiamo avuto una palla di Galano a cui Deli l’ha data un istante tardi, poi una mezza palla di Mazzeo, è stato bravo Albano (Bizzarri nda) su La Mantia, c’è stato qualcosa alla fine, la punizione di Kragl. Ma le due sostituzioni non ci hanno permesso di fare altro.

Abbiamo comunque lottato, c’è stata la reazione dopo la brutta prova di Cosenza, i ragazzi hanno risposto bene e hanno spazzato via Cosenza con questa prestazione. Qualche fischio a Mazzeo? I fischi fanno parte del gioco, lui sta lavorando bene, è normale che il gol a un attaccante manchi, ma solo con il lavoro e la serenità lo ritroverà. A Tonucci avevo detto che si può anche tirare da lì, mentre a Cosenza non lo aveva fatto in un’analoga situazione. E l’abbraccio è l’espressione che questo gruppo è sempre stato sano.

I ragazzi sono cresciuti, Ranieri – ad esempio – è cresciuto moltissimo, come Carraro che è un ’99. I ragazzi sono rammaricati ma hanno fatto una grande prestazione. Sinora è stato per noi un grande percorso. Ranieri era alla prima partita che faceva, Cristian ha avuto un accenno di crampi. Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, la fase difensiva è stata ottima. Certo che il gol loro su punizione ci ha un po’ tramortito.

Dopo è venuto fuori il Lecce, noi forse abbiamo avuto un po’ di paura. Ripeto: c’è mancata la personalità per “ammazzarla”. Sul gol di La Mantia non parlerei di errore della difesa, perché abbiamo sbagliato una palla in uscita a metà campo, da lì è nata poi l’azione della rete. Non abbiamo fatto calciare Pettinari, Mancosu l’ha fatto solo su punizione, il Lecce è una squadra che ha giocato e tirato un po’ dovunque. È una formazione che ha giocatori che fanno la «B» da tanti anni. Resta il rammarico perché la partita era da chiudere.

Se avessi potuto fare altri cambi avrei messo sicuramente Rizzo per avere forze fresche in mezzo al campo, perché per prendere alti il Lecce, come avevamo fatto nel primo tempo, avevamo speso molto. Iemmello non ha fatto riscaldamento? Come lui altri, lui ha bisogno di tempo”.

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".

Potrebbero interessarti