Il più difficile di sempre. Inizia il campionato del Foggia Calcio | Foggiasport24.com

Il più difficile di sempre. Inizia il campionato del Foggia Calcio

Il più difficile di sempre. Inizia il campionato del Foggia Calcio

Il più difficile di sempre. Inizia il campionato del Foggia Calcio

Difficoltà è la parola d’ordine. Coraggio, determinazione e nessuna paura il mantra. Grassadonia lo ripete ai calciatori e lo ha ripetuto anche nel corso dell’ultima conferenza stampa. Nel recente passato non si ricorda un campionato più in salita di questo, almeno nelle battute iniziali. Si parte con il -8, dettato dalla Giustizia Sportiva nel secondo grado di giudizio. E per fortuna verrebbe anche da dire, dopo la richiesta di retrocessione della Procura Federale e il -15 iniziale del Tribunale Federale Nazionale (in attesa del Collegio di Garanzia del CONI). Si prosegue con la lunga, quasi infinita, lista degli indisponibili: Galano (3 giornate di squalifica da scontare), Floriano (2), Mazzeo, Gerbo e Agnelli (1), Iemmello (alle prese con il recupero della condizione fisica) e Deli (distorsione al ginocchio). Mezza squadra, quasi tutta titolare. Si finisce con il Calendario, che nelle prime sei giornate propone le trasferte a Crotone e Benevento contro due retrocesse dalla Serie A e la sfida dello Zaccheria contro il Palermo. Difficoltà è la parola d’ordine. Ma c’è un dato di fatto. Il Foggia ne è pienamente consapevole. Totalmente consapevole. E’ immerso da due mesi in queste difficoltà e non può esserne sorpreso. Anzi, dovrebbe già essere capace di convivere con le stesse. Sarebbe da folli il contrario, significherebbe essere già retrocessi, con il benfatto del mercato e il tridente dei sogni a farsi benedire. Foggia e il Foggia sanno di dover sbagliare il meno possibile e di non potersi attaccare agli alibi. I rossoneri hanno chiesto pazienza, definendosi dei diesel da far volare alla lunga, ma la B non ti aspetta e oggi si scende in campo. Alle 21 i rossoneri giocheranno allo Zaccheria contro il Carpi. Una partita in chiave salvezza già determinante. Una sconfitta significherebbe scivolare a – 11 da una diretta concorrente con un momentaneo scontro diretto a sfavore. Si gioca allo Zaccheria, si diceva. Meno male. Almeno c’è quel patrimonio di innamorati che diventerà esercito della salvezza. Oltre settemila abbonati e altre migliaia di tifosi che hanno acquistato biglietto. Lo Zac sarà la solita bolgia. Oggi, per una volta, tocca anche a loro, ai tifosi, provare a vincere questa partita. Poi, con il rientro di squalificati e infortunati, potranno tranquillamente tornare a godersi la partita. Sempre se sono capaci di starsene tranquilli, lì, sugli spalti.

METEO – Cielo parzialmente coperto e nubi sparse su Foggia all’orario del fischio d’inizio con piccole gocce di pioggia attese nella seconda parte di gara e un temporale previsto nel finale. La temperatura si attesterà sui 22°C mentre il vento soffierà dai 21 ai 23 Km/h con possibilità di disturbo del match.

FOGGIA – Sette indisponibili e formazione senza molti margini di scelta. Almeno a centrocampo e in attacco. Dove le scelte sono davvero limitate. Grassadonia potrebbe riproporre il 3-4-2-1 provato nel match amichevole contro l’Ascoli. Dubbio a centrocampo tra Rizzo e Carraro. In alternativa il tecnico potrebbe optare per il 3-5-2 schierandoli entrambi. In tal caso ad uscire dall’undici titolare sarebbe Cicerelli (reduce da un colpo al polpaccio destro). Recuperato anche Caporese, uscito malconcio dal match della scorsa settimana.

FORMAZIONE

1
Bizzarri
6
Loiacono
31
Camporese
5
Tonucci
11
Kargl
8
Carraro
30
Busellato
13
Zambelli
17
Cicerelli
32
Gori
20
Chiaretti

CARPI – Qualche problema di formazione anche per il tecnico del Carpi. Assente Mbaye (squalificato), il secondo portiere Serraiocco (mano fratturata) e Poli (problema al polpaccio). Non figurano tra i convocati Giorico (in uscita) e Venturi (un giovane della Primavera aggregato ai big). Ci sarà, invece, il terzo portiere Colombo (un 2001 proveniente dalla Primavera). Dubbi di formazione nel 4-1-4-1 di partenza. Il centrale Ligi non è al top della condizione. Il tecnico proverà a recuperarlo fino all’ultimo, in caso contrario potrebbe sostituirlo l’esterno Pezzi, adattato. Ballottaggio a centrocampo con Piscitella in vantaggio su Piu (acciaccato) e Concas nel ruolo di ala sinistra. In attacco Mokulu sembra essere in leggero vantaggio su Arrighini.

FORMAZIONE

Colombi
Frascatore
Pezzi
Suagher
Pachonik
Sabbione
Piscitella
Di Noia
Pasciuti
Jelenic
Mokulu

DIRETTAFoggiasport24.com seguirà per voi la diretta della partita con aggiornamenti live del risultato, cronaca, pagelle e interviste nel post partita. Non dimenticate di seguire la nostra pagina Facebook QUI.

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti