11.6 C
Foggia
27 Novembre 2021
Foggia Calcio

Buona la prima: il Foggia s’impone 4-2 allo Zaccheria nel debutto contro il Carpi

[dropcap color=”#” bgcolor=”#” sradius=”0″]C[/dropcap]on un’esibizione di gala, almeno per 75’, il Foggia esordisce con una vittoria nel torneo 2018/19. I rossoneri, pur in formazione rimaneggiata, domano infatti un Carpi che si è visto solo nel finale. A segno Camporese, Loiacono, Tonucci e Cicerelli per i satanelli, Mokulu e Jelenic per gli ospiti.

PRIMO TEMPO – Senza nove giocatori (5 squalificati: Agnelli, Gerbo, Mazzeo, Galano e Floriano; due infortunati annunciati: Deli e Iemmello, più Zambelli e Rizzo convocati ma assenti dell’ultima ora), Grassadonia bagna il suo debutto in campionato da tecnico del Foggia proponendo una squadra praticamente obbligata con Loiacono che prende il posto di Zambelli sulla destra e Busellato che affianca Carraro in mediana. In attacco Gori viene supportato da Chiaretti e Cicerelli. In panchina appena 7 elementi con due portieri. Il Carpi deve rinunciare al capitano Poli sostituito dall’ex Cittadella Pezzi al centro della difesa con l’inserimento di Frascatore sull’out di sinistra. Al 2’ prima conclusione degli ospiti con Piu: Bizzarri blocca sicuro. Replica immediata dei rossoneri con il destro di Kragl deviato in angolo da Colombi. Il ritmo diventa meno frenetico con il Foggia che cerca di costruire e il Carpi che si difende con linee strettissime. Si arriva così al 23’ quando però i satanelli passano: punizione telecomandata di Kragl sulla testa di Camporese che irrompe e insacca con uno stacco perentorio. Un minuto dopo ancora il panzer rossonero protagonista con una staffilata che finisce non lontana dal palo sinistro di Colombi. Il tedesco è scatenato e al 27’ s’inventa un’esecuzione mancina che il portiere carpigiano fatica a contenere in angolo. Timida risposta biancorossa al 29’: Di Noia arcua il destro senza impensierire però Bizzarri. Al 31’ grande azione di Gori che lanciato in contropiede supera con un tunnel Pezzi ma conclude debolmente. Il Foggia domina sciorinando un gran calcio, degli emiliani pochissime tracce (da segnalare appena un pretenzioso tiro di Jelenic al 44’). Si chiude così una prima frazione gestita con autorità e attenzione dai ragazzi di Grassadonia.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con gli stessi ventidue del primo tempo. Subito in apertura grande idea di Gori per Cicerelli che penetra in area ma spara su Colombi: ne esce solo un angolo. Al 51’ il Foggia raddoppia con una trama strepitosa: tunnel di Chiaretti che libera Gori, il centravanti avanza e serve Loiacono in proiezione offensiva, il capitano si accentra e colpisce di sinistro superando Colombi. Al 56’ i rossoneri “sacramentano” il match: angolo di Kragl, Tonucci s’infila nelle maglie della difesa carpigiana e colpisce per la terza volta. Il Carpi prova a cambiare inserendo la seconda punta Arrighini e spostando in avanti il baricentro della sua pressione. Ma è ancora il Foggia a colpire al 62’ con una fantastica conclusione a giro di Cicerelli (esordio di lusso per il ragazzo di Manfredonia) servito da un ottimo Carraro dopo una percussione palla al piede. Due minuti più tardi Jelenic scalda i guantoni a Bizzarri che si esibisce in una parata plastica ed efficace. Al 69’ il Carpi accorcia le distanze con Mokulu che spedisce in porta una respinta non perfetta di Bizzarri su tiro di Jelenic. Al 72’ tentativo da fuori di Di Noia che il numero uno dei satanelli schiaffeggia in corner. Al 73’ Kragl confeziona un assist al bacio per Gori che a tu per tu con Colombi si fa deviare il tiro in angolo. Un minuto più tardi il tedesco si mette in proprio e colpisce da fuori: ancora Colombi a deviare oltre la linea di fondo. Con la forza dei nervi, gli ospiti cercano un forcing e all’81’ segnano il secondo gol con Jelenic su azione d’angolo subito dopo l’entrata in campo di Boldor al posto di un acciaccato Tonucci. All’84’ destro di Piscitella (subentrato a Di Noia nel Carpi) che Bizzarri spizza in corner. Minuti finali di sofferenza per l’undici di Grassadonia (allontanato all’80 per proteste) che accusa un po’ di stanchezza ma che riesce a portare a casa tre punti preziosissimi.

FOGGIA CALCIO – CARPI 4-2
MARCATORI – 23′ Camporese (F), 51’ Loiacono (F), 56’ Tonucci (F), 62’ Cicerelli (F), 69’ Mokulu (C), 81’ Jelenic (C)

FOGGIA (3-4-2-1) – Bizzarri; Tonucci (80’ Boldor), Camporese, Martinelli; Loiacono, Busellato (86’ Ramé), Carraro, Kragl; Chiaretti, Cicerelli (71’ Ranieri); Gori. A disp.: Noppert, Sarri, Cavallini, Arena, Ramé. All. Gianluca Grassadonia
CARPI (4-1-4-1) – Colombi; Pachonik, Suagher, Pezzi, Frascatore (86’ Vano); Sabbione; Jelenic, Pasciuti, Di Noia (76’ Piscitella), Piu (57’ Arrighini); Mokulu. A disp.: Pasotti, Colombo, Buongiorno, Concas, Ligi, Van der Heijden, Saric, Barnofski, Fantacci. All. Enrico Bortolas (in panchina)/Marcello Chezzi
ARBITRO – Federico Dionisi della Sezione de L’Aquila
ASSISTENTI – Pietro Dei Giudici di Latina e Manuel Robillotta di Sala Consilina (Salerno)
QUARTO UOMO – Giacomo Campione di Pescara
AMMONITI – 83’ Frascatore (C), 90’ Pezzi (C), 92’ Pasciuti (C)
ESPULSI –
ANGOLI – – / –
RECUPERO – – / 5
NOTE – Osservato un minuto di raccoglimento per le vittime di Genova e del Pollino in Calabria

Potrebbero interessarti:

Alle 15:00 allo Zaccheria

La Redazione

Ecco come avviene il conteggio per le graduatorie dei ripescaggi

Domenico Carella

Chiricò rinnova il contratto col Foggia Calcio

Domenico Carella