11 C
Foggia
4 Dicembre 2021
Foggia Calcio Dirette

Sotto l’albero un pari e qualche rimpianto. Ad Andria è 1-1

[dropcap color=”#” bgcolor=”#” sradius=”0″]U[/dropcap]n pareggio che lascia qualche rimpianto, al termine di una gare priva di grandi emozioni ma combattuta sul piano tattico e fisico. Il Foggia non va oltre il pari ad Andria (1-1), raggiunto nel finale da un gol di Tartaglia a pareggiare il momentaneo vantaggio di Agnelli. I rossoneri, meno brillanti rispetto ad altre partite, hanno comunque per larghi tratti controllato la gara, rintuzzando gli attacchi dell’Andria. Almeno fino al 67′, quando Empereur è finito in anticipo sotto la doccia per un doppio giallo.

PRIMO TEMPO – Stroppa conferma l’undici che ha battuto il Cosenza con Sarno al centro dell’attacco e Riverola a centrocampo. Ma l’Andria ha voglia di fare la partita e per i primi venti minuti staziona nella metà campo del Foggia. La pressione biancoazzurra si concretizza in un palo colto da Aya di testa su calcio di punizione battuto da Tito e prolungato da Curcio. Col passare dei minuti i rossoneri acquistano metri e possesso palla, ma la manovra non è fluida e arrivano pochi palloni giocabili agli attaccanti, complice il pressing sul portatore di palla operato dai padroni di casa. Pressing che al 24′ costringe Vacca all’errore: Piccinni parte in contropiede e serve largo Volpicelli, ma Coletti interviene in scivolata, ruba il pallone e blocca l’azione. Poco più tardi una punizione di Curcio impegna Guarna alla deviazione. L’Andia non capitalizza le azioni, il Foggia passa. Al 35′ Poluzzi svirgola un retropassaggio di Curcio e Agnelli, appostato a pochi metri, segna a porta vuota.

SECONDO TEMPO – Al 48′ un destro dal limite di Piccinni si alza di poco sulla traversa. Al 51′ Cruz, lanciato da Volpicelli, entra in area e si trova solo davanti al portiere, ma Empereur chiude in scivolata. Lo stesso Empereur, però, diventa protagonista in negativo al 67′, quando rimedia il secondo giallo per un fallo a centrocampo, lasciando i compagni in dieci. La partita diventa un assedio all’area rossonera. I rossoneri provano a difendersi ma all’82’ capitolano su una punizione di Cruz che Tartaglia devia in rete anticipando Guarna. Finisce così, con un pareggio e qualche rimpianto, impacchettati sotto l’albero di Natale.

ANDRIA – FOGGIA 1-1
MARCATORI – 35′ Agnelli (F), 81′ Tartaglia (A)

ANDRIA3-5-2 – Poluzzi; Aya, Rada, Curcio; Tartaglia, Matera, Piccinni, Minicucci (68′ Valotti), Tito; Volpicelli (61′ Cianci), Cruz (84′ Fall). A disp.: Pop, Cilli, Masiero, Starita, Berardino, Imbriola, Klaric. All. Giancarlo Favarin

FOGGIA4-3-3 – Guarna; Loiacono, Coletti, Empereur (68′ Martinelli), Rubin; Agnelli, Vacca, Riverola (72′ Sicurella); Chiricò (74′ Padovan), Sarno, Sainz-Maza. A disp.: Tucci, Quinto, Agazzi, Dinielli, Mazzeo, Sanchez, Sansone. All. Giovanni Stroppa
ARBITRO – Giua Antonio della sezione di Olbia (Cantiani Claudio di Venosa/Urselli Giampiero di Taranto)
AMMONITI – 4′ Cruz (A), 32′ Curcio (A), 47′ Empereur (F)
ESPULSI – 67′ Empereur (F)
ANGOLI – 5-2
RECUPERO – 0’pt/4’st
NOTE

Potrebbero interessarti:

Foggia Calcio, Primavera 2: cinquina al Cosenza

La Redazione

L’anticipo, Castel Rigone – Aprilia alle 14.30

La Redazione

Un attaccante di ritorno dal prestito resta al Foggia Calcio

La Redazione