9.9 C
Foggia
3 Dicembre 2021
Foggia Calcio Dirette

Sarno, un lampo nella nebbia. Foggia batte Catanzaro 1-0

Il Foggia vince nella nebbia e aggancia Lecce e Juve Stabia in testa al campionato. Lo fa grazie a un gol di Sarno in avvio di ripresa contro un Catanzaro privo di 4 squalificati e che nel finale fa esordire anche Domenico Strumbo, classe 2000.

PRIMO TEMPO – Subito due sorprese di formazione nel Foggia, con Agazzi schierato a centrocampo al posto di capitan Agnelli e Sarno falso nueve con Chiricò e Maza larghi sulle fasce. Proprio lo spagnolo è il primo a rendersi pericoloso con un bel sinistro da fuori area al 6’. Il Foggia reclama un calcio di rigore per una spinta su Vacca al 12’. Tre minuti più tardi clamorosa occasione per i rossoneri: Angelo mette un pallone teso nell’area piccola del Catanzaro, Maza si lancia in scivolata, colpisce il pallone ma lo manda fuori di pochissimo. Gran tiro di Angelo al 17’, bravo Grandi a deviare in corner. Continua il monologo del Foggia: al 26’ Chiricò è solo davanti al portiere ma calcia col piede sbagliato, il destro, debole e centrale. Il primo tempo prosegue con il Catanzaro arroccato nella propria metà campo, mentre cala la nebbia sullo Zaccheria. Al 39’ occasione per Chiricò che, su cross di Rubin dalla sinistra, non riesce a centrare lo specchio della porta. Nel finale di tempo prime opportunità per il Catanzaro con i tiri di Van Ransbeek (alto) e Carcione (centrale e bloccato da Guarna).

SECONDO TEMPO – Si riprende con la nebbia sempre più fitta. Il Foggia trova il vantaggio al 3’ con Sarno, bravissimo a farsi trovare al posto giusto per raccogliere un passaggio basso dalla sinistra. Palo di Chiricò al 9’: “el siete” colpisce l’esterno del legno dopo aver saltato anche il portiere ospite Grandi. A metà frazione comincia il valzer delle sostituzioni: nel Foggia dentro Padovan fuori Maza, Zavettieri sostituisce Basrak e Van Ransbeek con Campagna e Bensaja. Proprio Campagna si rende pericoloso al 27’ quando un suo tiro-cross dalla destra per poco non viene deviato in rete da Empereur. Ancora ospiti pericolosi alla mezzora, prima con Icardi (bravo Guarna a deviare in angolo), poi con Sabato che calcia a lato proprio sugli sviluppi del corner. Succede poco nel finale, il Foggia non riesce ad affondare il secondo colpo ma i contropiedi ospiti non sortiscono effetto.

FOGGIA – CATANZARO 1-0
MARCATORI – 48′ Sarno (F)
FOGGIA (4-3-3) – Guarna; Angelo, Coletti, Empereur, Rubin; Vacca, Agazzi (84′ Agnelli), Gerbo; Chiricò (77′ Letizia), Sarno, Sainz-Maza (64′ Padovan).
A disp.: Sanchez, Agnelli, Loiacono, Quinto, Letizia, Sicurella, Dinielli, Padovan, Riverola, Sansone, Tucci.
All. Giovanni Stroppa
CATANZARO (5-3-2) – Grandi; Icardi, Esposito, Patti, Sabato (91′ Strumbo), Imperiale; Maita, Carcione, Van Ransbeek (68′ Bensaja); Basrak (20′ Campagna), Tavares.
A disp.: Leone, Moccia, Campagna, Bensaja, De Lucia, Macagnone, Strumbo.
All. Nunzio Zavettieri
ARBITRO – Valiante di Salerno (Della Vecchia / Abagnara)
AMMONITI – Coletti (F)
ESPULSI
ANGOLI – 7-3
RECUPERO – 2′ p.t., 3′ s.t.
NOTE

Potrebbero interessarti:

Pescara-Foggia Calcio: arbitra Saia

La Redazione

GDB – Foggia Calcio, l’ex Zambelli: “Sono felice per il Brescia ma a Foggia…”

La Redazione

LEGA PRO/C. Risultati e classifica dopo la 28° giornata

La Redazione