15.9 C
Foggia
24 Ottobre 2021
DJ Valter Scaglione Blog

Melfi – Foggia Calcio, per De Zerbi una nuova partita in casa…

Il nuovo blog di Valter Giovanni Scaglione sulla sfida di domani tra il Melfi e il Foggia Calcio

[dropcap color=”#888″ type=”square”]N[/dropcap]elle ultime tre gare casalinghe il Foggia Calcio ha sempre impattato, ha sempre preso goal ed è sempre rimasto, fortunatamente, allo strettissimo secondo posto. Infatti è una strettissima posizione d’onore quella che occupano i Satanelli e lo è perchè i calciatori di quest’anno sono davvero forti e perchè una squadra così “bella” da vedere era da tanto che non la si ammirava allo Zaccheria. Se il Foggia alla vigilia della 21^ giornata del campionato fosse stato primo con 10 punti di vantaggio sulla seconda, credo che nessuno avrebbe avuto niente da ridire.

Ma se i Dauni sono ancora secondi, a due punti dal più forte attacco della Lega Pro del Girone C, la Casertana F.C., ci sarà un “buon” motivo? Per quale ragione il Foggia non ha ancora preso il largo? E’ difficile dare una risposta ed è davvero incomprensibile che in una città come quella pugliese, in cui si vive di pane e pallone da tantissimi anni, in cui vi è una nuova e solida Società di Calcio capeggiata dai generosissimi ed attentissimi F.lli Sannella, in cui vi è una squadra paragonata ad una Ferrari ed in cui a capo di essa vi è uno dei tecnici tra i più innovativi di tutto il calcio italiano non si possa ancora applaudire una squadra al primo posto in classifica generale.

Ma il Calcio è così, il gioco più bello del Mondo non è matematica, il pallone da che mondo è mondo è sempre stato tondo e la sua teoria non è mai stata esatta. Non sempre la squadra più forte vince il Campionato. La Storia di questo sport, spesso e nelle categorie inferiori, ci ha insegnato che le variabili da soddisfare in questa disciplina sono davvero tante. Ci vuole fortuna e tanto sangue freddo. E ci vogliono anche gli attributi per far funzionare tutto a dovere! Sì, ci vogliono proprio loro, affinché si facciano meno errori possibili ed al solo scopo di portare a casa le vittorie che servono per salire in vetta, soprattutto a 10 minuti dalla fine d’una partita di cartello come quella della scorsa settimana contro una diretta concorrente alla vittoria finale, il Benevento Calcio.

Ma questa è già una storia vecchia mentre la prossima gara per il Foggia è il suo presente ed il suo più immediato futuro. Sabato prossimo, nonostante la diatriba tra tesserati e non, ci sarà il primo esodo rossonero di quest’anno in quel di Melfi. La piccola cittadina della Basilicata, città che dà lavoro a parecchi foggiani, sarà il nuovo teatro di una nuova battaglia per capitan Agnelli e compagni. Ed i foggiani saranno così tanti che farà sembrare ai presenti allo Stadio Arturo Valerio che il Foggia stia giocando di nuovo in casa. E questa è una variabile che è assolutamente a favore dei ragazzi di De Zerbi.

Il Foggia ha sinora conquistato in trasferta 4 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte realizzando in 9 partite 15 punti, mettendo a segno 13 reti subendone SOLTANTO 5. Quest’ultimo dato è quello per il quale io sono molto contento e sapete perchè? Perchè il Foggia da trasferta ha la difesa più forte di tutte. Infatti Antonio Narciso, quando gioca lontano dallo Zaccheria, è il portiere meno battuto di tutti. L’ultima volta che il forte portiere del Foggia si è dovuto calare nel raccogliere la palla nella sua porta è stata il 7 Novembre scorso quando il Foggia si fece raggiungere sul punteggio di 1 a 1 dall’Ischia con un goal di Nicola Mancino.

Chiudo questo mio Blog con l’infinita speranza che il Foggia riprenda al più presto ad avere il suo forte centravanti Pietro Iemmello, capocannoniere della Lega Pro Girone C, al centro dell’attacco rossonero. Il Foggia non ha solo bisogno di non prendere goal sia in trasferta che in casa, il Foggia non ha bisogno d’avere “falsi” d’autoRE o “falsi nueve” ma il Foggia ha la stretta e strettissima necessità di riaveRE il suo sovrano del Goal, di osannaRE finalmente il suo RE PIETRO e di gridaRE la sua FELICITA’ più contagiosa dopo la sua 28^ rete rossonera.

SCAGLIONE GIOVANNI VALTER

Potrebbero interessarti:

Nonostante Belotti, è la Juve a cantare tre volte. Foggia, Stroppa deve perseverare…

La Redazione

L’Empoli e un cambio in panchina che lascia perplessi

La Redazione

Foggia, continua a dimostrare di essere una squadra eroica…

La Redazione