11.6 C
Foggia
27 Novembre 2021
Foggia Calcio

Il Foggia Calcio meglio del Barcellona e nel mirino ci sono Bayern Monaco e PSG

[dropcap color=”#888″ type=”square”]T[/dropcap]oh, che sorpresa. De Zerbi ama il Barcellona e studia il suo gioco, ma nel frattempo lo supera. Già, perché i numeri incoronano il Foggia come una delle difese meno battute del panorama calcistico europeo con solo otto gol subiti in sedici gare. La media, facile facile, è pari a 0,5 gol a partita, inferiore a quella dei blaugrana (pari a un rotondo 1) e di poco superiore a quella del Bayern Monaco del «maestro» Pep Guardiola (0,47). La statistica, realizzata considerando i club con la miglior difesa nelle prime divisioni dei sei maggiori campionati europei: Lige 1 francese, Bundesliga tedesca, Premier League inglese, Serie A italiana, Eredivise olandese e Primeira Liga portighese.

LA CLASSIFICA – Dall’analisi dei numeri emerge che la squadra meno battuta è proprio il Bayern Monaco del profeta del tiki taka Pep Guardiola, con 8 reti in 17 gare (0,470 gol subiti a partita), tallonato dal PSG di Ibrahimovic (0,473). Sul podio c’è un gruppetto di squadre: Atletico Madrid, Porto, Sporting Lisbona e Braga, tutte a quota 0,50. Tra queste, sul podio d’Europa, s’inserisce anche il Foggia Calcio di Roberto De Zerbi con otto reti subite in sedici gare. Medaglia di legno per Inter e Ajax con 0,64 di media. Peggio hanno fatto le tre inglesi Arsenal, Totthenam e Manchester Utd, tutte ferme a 0,82 gol subiti a partita.

VERSO LA VETTA – E’ proprio la solidità difensiva il vero punto di forza del Foggia e per capirlo basta analizzare con maggior precisione le statistiche. Narciso e compagni non subiscono reti da 466′ minuti. L’ultima volta che il numero uno rossoneri si è chinato a raccogliere un pallone nella propria rete era il 15 novembre. Davanti ai diecimila dello Zaccheria il Monopoli portava via (in maniera fortunosa) i tre punti con i gol di Croce (42′) e Gambino (76′). Al fischio finale il Foggia era fuori dai play off e distante otto punti dalla vetta. Nelle successive cinque gare, però, grazie alla solidità difensiva (0 gol subiti) Agnelli e soci hanno recuperato sei punti alla capolista Casertana, fino a mettersi in scia a sole due lunghezze di distanza. In poche parole, non subendo reti si risale la classifica e si diventa primi. Una regola rispettata in quasi tutti i campionati europei, fatta eccezione per la Premier League, dove in testa c’è il Leicester di Ranieri con 24 gol al passivo. Ma è l’eccezione che conferma la regola. E il Foggia, nel suo piccolo, non vuole fare eccezione e punta dritto alla vetta.

.

Potrebbero interessarti:

38a 4 Amici al bar – “Il Pisa l’ha vinta nell’intervallo”

Domenico Carella

Siracusa-Foggia Calcio: Info settore ospiti

La Redazione

Un esterno ex Foggia Calcio al Gaeta

La Redazione