15.9 C
Foggia
24 Ottobre 2021
DJ Valter Scaglione Blog

#FoggiaAndria, è giunta l’ora di mettere la quinta

DI VALTER SCAGLIONE – Sembra proprio che quest’anno il Foggia Calcio abbia deciso di fare omaggio a Massimo Troisi, il compianto attore e regista napoletano, emulando il suo “Ricomincio da tre”. Infatti la squadra di De Zerbi, dopo un bruttissimo avvio in Campionato (due sconfitte ed 1 pareggio nelle prime tre gare) che ha portato un solo punto in Classifica, ha iniziato a costruire qualcosa d’importante dal 4° turno, quando i Satanelli hanno incontrato tra le mura amiche la formazione del Melfi.

E’ proprio da allora che il Foggia è riuscito a ritrovare tra i titolari uomini importanti, che per motivi di salute fino ad allora erano stati a guardare i compagni dalla tribuna. Particolare non da poco da ricordare è quello che ha permesso a Roberto De Zerbi di rimettere Tommaso Coletti in un ruolo più congeniale alle sue caratteristiche tecnico-tattiche.

Inoltre non bisogna dimenticare l’umiltà del tecnico bresciano quando questa gli ha fatto fare il famoso benedetto passo indietro nel momento in cui ha nuovamente piazzato al centro dell’attacco rossonero il fortissimo centravanti calabrese, Pietro Iemmello (4 reti quest’anno di cui 2 nell’ultimo turno).

Pertanto sistemata la difesa, riaggiustato l’attacco e rinforzato il centrocampo con un stratosferico Alberto Gerbo, i risultati sono finalmente arrivati. E’ da 4 turni che i Satanelli mettono a segno punti e reti a grappoli, concedendo agli avversari meno palle goal. Infatti il portierone foggiano Antonio Narciso, dopo il goal preso a freddo a Benevento, ha raccolto solo una volta la palla nella sua porta. Che dire? Meglio di così …

Ma adesso che tutti gli scettici sono stati messi a tacere davvero non c’è più niente da consigliare alla troupe dauna? Io credo che in questi casi, come quello del Foggia delle ultime 4 gare, sia importante il ruolo dell’allenatore. De Zerbi deve riuscire a mantenere i piedi saldi a terra ed alta la guardia, guardarsi bene attorno e sentire forte l’aria dello spogliatoio e non solo quello. E’ importante tenere forte dinanzi a sé l’obiettivo finale, senza accontentarsi mai, senza pietà alcuna per nessuna delle squadre che il Foggia dovrà ancora incontrare.

Bisognerà pensare a questo partita dopo partita e … ragazzi è importante ora che il 4 diventi 5 e non sia più poker bensì pokerissimo! E’ ora di mettere la Quinta in saccoccia e non solo lì, bisognerà innescare quella marcia in più tanto da consentire ad Agnelli e compagni di procedere spediti senza mai voltarsi indietro verso … NEL VERSO GIUSTO! Giusto?

Potrebbero interessarti:

Foggia calcio: il vento soffia sempre da Nord. Ecco il Novara di Puscas senza «k» e del “britannico” Dickmann

Gianpaolo Limardi

MEMORIA

La Redazione

FOGGIA, ripartiamo tra le favorite ma attenzione alla Paganese…

La Redazione