10.8 C
Foggia
28 Novembre 2021
Blog Mi Ronza in mente

Dammi il cinque #20

LUCA TONI – Vecchietti terribili parte prima. Doppietta contro il Cesena, bravissimo poi a rimontare con un altro vecchietto come Brienza. La stagione di Toni è davvero pazzesca: appena pensi che non ce la faccia più, tira fuori gol da bomber di razza. Difese scarse, campionato di basso livello… Tutto quello che volete: ma intanto quei gol vanno fatti. E lui li fa. Una garanzia.

RIMAS KAUKENAS – Vecchietti terribili parte seconda. Lo scontro diretto tra la sua Reggio Emilia e Venezia viaggia sul filo dell’equilibrio fino al penultimo possesso. Stone scivola, la difesa non si adegua e figuratevi se uno come Kaukenas si lasci pregare o provi pietà (sportiva): tripla e vittoria. Come sopra: difese scarse, campionato di basso livello… Tutto quello che eccetera eccetera.

1388884361-acqua-vitasnella-cant-beats-grissin-bon-reggio-emilia-in-legabasket-a_3610269

ELISA LONGO BORGHINI – Se tra i maschi fatichiamo a trovare un corridore da classiche, tra le donne la fatica è minima. A 23 anni la piemontese vince il Giro delle Fiandre con una fuga di 32 chilometri e arrivo in solitario. Prima donna italiana a vincere la versione in rosa della classica belga.

YAMAMAY BUSTO ARSIZIO – “É giusto festeggiare” ha detto la Douf dopo la sconfitta in finale di Champions. E ha ragione: perché per le Farfalle è stato comunque un ottimo risultato. In 3 anni due Final Four e una finale: nessuna squadra italiana ha saputo fare meglio. E complimenti anche a coach Caprara, sul tetto d’Europa con l’Eczacibasi.

NOVAK DJOKOVIC – Se neanche giocare un tennis migliore serve per battere il serbo, allora possiamo chiudere tutto e arrenderci. Murray gioca una signora finale a Miami ma poi crolla 6-0 nel terzo set. Perché Nole in questo momento è il più forte di tutti: può anche perdere la calma durante la partita, ma poi riprende il controllo e non ce n’è per nessuno.

Potrebbero interessarti:

2. Road to Serie B: I top degli ultimi 19 anni del Foggia Calcio

Domenico Carella

Foggia Calcio, quanto è difficile (e importante) crescere. C’è il “Citta”, il peggior avversario, ma…

Domenico Carella

Tris Foggia Calcio e Palermo. Balotelli torna a segnare

Guido Cavaliere