10.5 C
Foggia
27 Novembre 2021
Foggia Calcio

De Zerbi vuole restare a Foggia, Verile: «Proporremo un biennale».

[clear-line]

Tra il Foggia e Roberto De Zerbi volano segnali d’amore. Prove d’intesa in vista del rinnovo di contratto che dovrebbe legare il tecnico bresciano ai rossoneri anche per la prossima stagione. «Voglio rimanere a Foggia e continuare ad allenare questi giocatori», ha dichiarato lo stesso De Zerbi attraverso la sua pagina Facebook, all’indomani del bel pareggio conquistato contro la vice capolista Salernitana. E incalza: «Qui ci sono i presupposti per aprire un ciclo importante. Questa squadra mi permette di crescere e migliorare. Ho la fortuna di allenare un gruppo di persone speciali». Il messaggio è chiaro. De Zerbi vuole restare a Foggia, tuttavia non è intenzionato a disperdere il duro lavoro svolto nella stagione in corso, i cui frutti spera di raccogliere a primavera inoltrata, centrando l’agognato approdo nei play off. Dunque spazio ai rinnovi dei calciatori in scadenza, tra i quali quello di capitan Agnelli, Quinto (i primi a vestire di rossonero nell’anno della ripartenza dalla Serie D) e Leonetti, oltre a quello dello stesso tecnico. Il presidente Fabio Verile raccoglie il messaggio e risponde: «Il ds Di Bari ha già avuto l’incarico di chiudere i contratti e credo non ci saranno problemi. Vogliamo aprire un ciclo con De Zerbi e gli sottoporremo un contratto biennale. Al più presto sarà messo nero su bianco e tra un mese inizieremo già a parlare di programmazione. Se quest’anno dovesse fallire l’assalto alla B ci riproveremo nella prossima stagione». Dichiarazioni che vanno in controtendenza con le polemiche all’indomani della gara contro il Lamezia e l’esiguo numero di spettatori allo Zaccheria. «Sono sicuro che i tifosi torneranno allo stadio e ci sosterranno nel nostro operato», chiosa il presidente.

FONTE: Corriere del Mezzogiorno

Potrebbero interessarti:

Catania-Foggia: trasferta vietata ai tifosi rossoneri

La Redazione

AIC-Lega Pro: accordo raggiunto

La Redazione

LE PAGELLE – Tortori, un gol che vale oro. Viscomi ancora insuperabile, bravi Di Masi e Cannas

Domenico Carella