14.9 C
Foggia
26 Ottobre 2021
Serie B

Salernitana-Juve Stabia, la voce dagli spogliatoi

Di seguito i protagonisti del match Salernitana – Juve Stabia, intervenuti nella sala stampa dello stadio Arechi di Salerno, subito dopo il fischio finale del signor Serra di Torino.

Per i granata a parlare è il difensore Michele Franco che si rivela ancora una volta prezioso per questa Salernitana, con Colombo costituisce di sicuro una delle coppie di esterni più affidabili del girone. “Vogliamo dedicare questa vittoria a Maikol Negro, protagonista in settimana di un episodio sfortunato e che purtroppo lo porterà per un po’ a stare lontano dal campo”. Le prestazioni di Franco sono state un crescendo dall’inizio del campionato: ”Ho sofferto un po’ all’inizio perché ero stato fermo da un po’ poi recuperando la condizione sono cresciuto”. Sul modulo adottato dal mister e che esalta le prestazioni dei due esterni di centrocampo: ”Con questo modulo stiamo facendo bene. Ci permette di fare bene sia la fase difensiva che quella di attacco. Questo schieramento mi agevola perché mi permette di spingere, ma in settimana il mister ci fa provare più situazioni di gioco”. Sul campionato: “Questo è un campionato difficile e lungo, per cui si deciderà alla fine chi la spunterà. Certo questi punti di vantaggio sono importanti e vanno gestini. Ci permettono di affrontare le prossime gare con maggiore tranquillità ma siamo consapevoli che non possiamo rilassarci”. Sulla prossima gara in trasferta contro il Barletta: “Sabato sarà una partita difficile contro un avversario molto insidioso come il Barletta”.

In conclusione un bilancio personale sull’anno che volge al termine: ”Per me è stato un anno molto importante dal punto di vista professionale che sperò però di concludere a giugno con il raggiungimento di un obiettivo importante come la promozione. Inoltre quest’anno diventerò padre di una bambina e ciò mi riempie di gioia”.

Ancora un’ottima prova dell’esterno granata Riccardo Colombo, che giornata dopo giornata si sta confermando sempre di più uno dei migliori terzini della categoria. Sul 3-5-2, modulo che ancora una volta risulta essere vincente e che esalta principalmente i due esterni Colombo e Franco: “Abbiamo trovato un assetto giusto che ci permette di creare tanto e di non soffrire eccessivamente. Infatti i due goal, sono stati frutto di calci piazzati. Il mister però ci ha abituato in settimana a cambiare modulo in base agli avversari ed in base alle diverse situazioni di gioco”. Sulla differenza nella prestazione tra primo e secondo tempo: “Il primo tempo non siamo partiti male ma dal goal subito i reparti si sono un po’ allungati. Il secondo tempo invece siamo entrati col piglio giusto, siamo stati più propositivi e bravi ad alzare il baricentro creando tante occasioni”. A Colombo viene chiesto se la Juve Stabia sia stata la squadra migliore vista fin qui: “La Juve Stabia col Lecce è stata a mio avviso la squadra migliore vista finora. Il campo tanto grande gli ha creato qualche problema perché nel secondo tempo la loro condizione atletica è calata e noi siamo stati bravi ad approfittarne”.

Il primo a parlare per gli stabiesi è il difensore Marco Migliorini, autore del gol che ha sbloccato il match all’Arechi. “Abbiamo giocato molto bene nel primo tempo mettendo in difficoltà la Salernitana, dovevamo essere più cinici. Subire subito gol al secondo tempo ha demotivato noi, portando entusiasmo in loro. La partita di oggi era un banco di prova, ma con la sconfitta non perdiamo le certezze che avevamo prima della gara. Dopo il calcio di rigore abbiamo avuto un calo, abbiamo abbassato il baricentro. La nostra posizione in classfica è giusta, siamo nella griglia playoff. Il mister a fine gara ci ha detto di essere ugualmente contenti e di uscire a testa alta dalla sconfitta”.

Al termine del derby si presenta in sala stampa per la Juve Stabia anche Samuele Romeo per commentare la gara contro la Salernitana: “Non abbiamo disputato una brutta partita, anche se la colpa della sconfitta è nostra. Siamo molto contenti della gara disputata, ma ora dobbiamo già iniziare a pensare alla prossima. Gioco dove mi dice il mister, oggi ho giocato sulla fascia perché il mister ha preferito spostarmi sulla destra. La mia idea è quella dell’allenatore, abbiamo perso ma non abbiamo demeritato, non sarà questa la partita che ci farà cambiare le ambizioni”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Catania, Pancaro: “Vincere per i nostri tifosi”

La Redazione

Salernitana, Menichini e Pestrin: “C’è rammarico per la sconfitta”

La Redazione

Chieti, cambia l’allenatore in seconda

La Redazione