14.6 C
Foggia
27 Ottobre 2021
Serie B

Reggina, Alberti: “Situazione delicata, ma non mi tiro indietro. Serve gente che accetti la sfida”

Con la sconfitta di Catanzaro, la Reggina è rimasta mestamente a quota sei punti, fanalino di coda in classifica. Mister Roberto Alberti in sala stampa analizza in questi termini la prestazione dei suoi: “Oggi (ieri, ndr) siamo riusciti a fare bene nel secondo tempo. Nel nostro miglior momento abbiamo preso il gol, nel primo tempo invece abbiamo sofferto molto. Dopo il gol, a differenza di altre volte non ci siamo mai disuniti, cercando il pari”. Il tecnico – nonostante tutto – non se la sente di puntare il dito: “Ai miei non posso rimproverare nulla. Volevamo ripartire con un risultato positivo, ma possiamo essere un po’ più tranquilli perché ho visto progressi. Dobbiamo pensare a migliorare: anche se abbiamo problemi, dobbiamo guardare solo gara dopo gara”. Per questo il pensiero va già alla prossima gara: “Ora dobbiamo pensare solo alle due settimane che ci separano dal Martina Franca”.

Come detto la squadra amaranto è ultima: “La classifica richiede interventi sul mercato, anche perché siamo la squadra più giovane del campionato. L’organico va sistemato, lo faremo sicuramente. Se siamo ultimi in classifica è evidente che ci siano problemi, ma con il presidente ne abbiamo già parlato. Abbiamo bisogno di giocatori che completino la rosa in ruoli dove siamo scoperti anche per la perdita di alcuni effettivi nelle settimane passate”.

Poi prosegue: “La situazione era delicata prima, lo è anche adesso, ma non ho intenzione di tirarmi indietro. Non ci sono altre strade se non quelle del lavoro. Voglio gente d’esperienza. Non mi arrenderò. Il disfattismo, il vittimismo, gli alibi, li lascio ad altri. Questo gruppo si tirerà fuori con qualche aggiustamento anche se il mercato è difficile per tutti e convincere giocatori a venire a Reggio, con la squadra ultima in classifica, sarà complicato. Serve gente che accetti la sfida, ma alla lunga ne usciremo”. Ci sono però anche alcune note positive: “Ripartiamo dai ragazzi giovanissimi come Salandria, che a mio avviso ha fatto una buona partita contro Russotto. Maimone ha fatto un buon secondo tempo, Gjuci è un ’98, ma tutti questi giovani hanno la voglia per venire fuori”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Cosenza e bomber De Angelis: maglia in asta benefica

La Redazione

Aversa Normanna, chiesto Herrera all’Avellino

Domenico Carella

Messina, firma un difensore

La Redazione