14 C
Foggia
19 Ottobre 2021
Serie B

Barletta, presidente Perpignano: “Floriano merita categorie superiori. De Rose incedibile. Caccia a una punta. Sugli stipendi…”

Barletta al centro delle voci di mercato ma non solo. Fra la querelle relativa a una parte degli stipendi non saldati e il tormentone legato all’attaccante Roberto Floriano, il futuro della formazione biancorossa potrebbe mutare nelle prossime settimane. Per approfondire la questione, TuttoLegaPro.com ha interpellato in esclusiva il presidente barlettano Giuseppe Perpignano.

Partiamo da Floriano: è asta per il suo attaccante. Lo vogliono Vicenza, Matera, Ascoli, L’Aquila e Carpi…

“Floriano può ambire a piazze importanti e ha disputato un eccellente prima parte di campionato. Merita questi interessamenti e non sono affatto sorpreso. Infatti l’ho voluto fortemente in estate e sono contento di essere riuscito a portarlo a Barletta”.

Partirà a gennaio?

“La mia volontà è quella di tenerlo, ma bisogna pensare al bene di tutti. Mi piacerebbe accontare il ragazzo, qualora ci sia un’offerta importante sia per il club che per il calciatore. Floriano merita la Serie B per quello che ha fatto in questi mesi”.

Quanto è valutato l’ex Mantova?

“Le quotazioni lasciano il tempo che trovano sul mercato, soprattutto in questa fase di congiuntura economica sfavorevole per tutti. Si parla più di scambi e conguagli…”.

De Rose si sussurra piaccia alla Salernitana: le risulta?

“De Rose è intoccabile e non si muove da Barletta”.

La priorità per gennaio è una punta?

“Siamo alla ricerca di una punta centrale, questo posso confermarlo. Nomi? Ce ne sono tanti…”.

Si è parlato di Guerra e Del Sante…

“Due ottimi profili. Ne stiamo valutando diversi insieme a questi due. Alcuni attaccanti potrebbero arrivare a parziale conguaglio per Floriano, per il quale in caso di cessione bisogna ottenere il massimo da quanto offre il mercato”.

Oltre alla punta farete altri innesti sul mercato?

“La squadra nelle ultime tre partite ha dimostrato che non servono grossi interventi”.

In chiusura ci chiarisce la querelle relativa al mancato pagamento dei contributi e di una parte dell’ultima mensilità degli stipendi dei calciatori?

“Ho avuto qualche situazione di impasse relative alle gestioni pregresse che sto cercando di appurare e chiarire. Le cose e le situazioni ereditate non sono chiare e intendo andare fino in fondo per fare chiarezza…”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Cosenza, dopo la gara con l’Ischia spazio alla programmazione

La Redazione

Martina, pres. Tilia: “Città ingrata, i tifosi caccino 10 euro e vengano allo stadio”

La Redazione

Benevento, ds Di Somma ricorda Sibilia: “Era come un padre. Quella volta con il Terremoto…”

Domenico Carella