12.9 C
Foggia
17 Ottobre 2021
Serie B

Aversa Normanna-Lupa Roma, le voci dagli spogliatoi

Comprensibilmente amareggiato l’allenatore della Lupa Roma Alessandro Cucciari dopo il ko con l’Aversa. C’erano ben 15 punti di differenza in favore dei romani, ma i campani non sono sembrati inferiori sul campo. “Abbiamo giocato contro un’Aversa che si è dimostrata un’ottima squadra, sembra che ci stia andando tutto storto. Meno male che abbiamo ottenuto tanti punti nella fase iniziale, questo ci consente di guardare serenamente anche al calciomercato: qualcosa faremo. Sull’uno a uno ho anche creduto alla possibilità di vincere la partita, abbiamo commesso delle ingenuità, ma ora è inutile piangere sul latte versato: adesso dobbiamo metterci sotto e ritrovare la concentrazione che è stata persa”.

È raggiante l’allenatore dell’Aversa Normanna Salvatore Marra: la squadra ha ottenuto il primo successo in campionato contro la Lupa Roma. “Sono contentissimo per la squadra, perché non vinceva da maggio. Non abbiamo fatto ancora nulla, comunque trascorreremo un buon Natale. La società sa come muoversi, sia il presidente che il direttore, perché crediamo alla salvezza, quindi sicuramente interverremo sul mercato per cercare di rafforzare la rosa. Una dedica? Per me le dediche si fanno alla fine, per ora mi sento di fare i più sentiti auguri di Natale a tutti i tifosi”.

In seguito è stata la volta del duo Cecere-Spezzaferri. L’amministratore delegato e il presidente dell’Aversa Normanna hanno rivisto la loro squadra vincere dopo tanto, troppo tempo. “Siamo d’accordo nel ritenere che la vittoria è meritata. Di concerto con il ds Costagliola – ha detto Giovanni Spezzaferri – siamo pronti per operare sul mercato. Chiunque dovesse arrivare speriamo che sia utile e faccia fare il salto di qualità alla squadra”. Spezzaferri commenta anche la polemica-Macalli: “Non si tratta di essere contro o a favore di lui, bisogna dare un rinnovamento a questo calcio, in generale. Se uno vuole il rinnovamento non significa necessariamente osteggiare Macalli: io dico che i giovani sono il futuro della Lega Pro, e bisogna permettere ai nostri vivai di emergere, altrimenti il calcio in questa serie finirà. C’è bisogno di gente che possa portare nuove idee”.

“Ai tifosi, anche a quelli che ci contestano – dichiara Alfonso Cecere – chiedo di stare vicini alla nostra squadra. La critica va accettata, ma per il prossimo anno speriamo ci stiano più vicini. Siamo soli e Aversa deve fare tutto il possibile per cercare di mantenere la categoria, facciamo tanti sacrifici e non ci tireremo indietro. La cosa più bella è stata vedere un classe 1996 come Del Prete che è un prodotto del nostro vivaio ed è entrato in due dei tre gol segnati”.

Fabio De Luca era attesissimo e ha realizzato due dei tre gol segnati dall’Aversa Normanna contro la Lupa Roma. E’ stato uno dei migliori in campo. “Forse l’ultima volta in cui avevo segnato una doppietta era stata a Lamezia… Non me lo ricordavo più. Sono contentissimo, e la vittoria è per mio padre, che mi segue sempre e attualmente sta vivendo un periodo particolare. Già quando avevo firmato per l’Aversa lui non stava tanto bene, e io non sapevo cosa fare, alla fine ho deciso di accettare. Spero che i due gol siano stati i primi di una lunga serie, ma è importante anche che la squadra abbia vinto. Sarebbe stato un peccato non poter vincere nemmeno oggi che avevamo giocato un buon calcio. Ha giocato benissimo anche Del Prete che era al suo debutto e ha offerto un’ottima prestazione. Siamo contenti, adesso vogliamo trascorrere un sereno Natale e poi dovremo concentrarci sui prossimi avversari”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Paganese, si allena un esterno sudamericano

La Redazione

Lecce, Salvi si trasferisce alla Juve Stabia

La Redazione

Akragas, Rigoli: “A Melfi e Benevento ci giochiamo la categoria, un traguardo alla nostra portata”

La Redazione