13.9 C
Foggia
16 Ottobre 2021
Serie B

Gaetano Fontana: “Nel girone C di Lega Pro più squadre lottano per il primato”

In occasione della terza puntata della trasmissione sportiva “PROviamoci”, in onda sull’emittente TLC Campania (canale 174 ddt) tutti i giovedì alle 19 e su Napoli Mia (canale 920 Sky), sarà possibile ascoltare gli interventi di Gaetano Fontana, ex allenatore della Nocerina, di Guglielmo Accardi, direttore sportivo della Casertana, del difensore dell’Aversa Normanna Pasqualino Esposito, di Renato Cipollini in veste di nuovo direttore generale della Lega Pro, e del presidente della Lega Pro Mario Macalli. C’erano anche Giuseppe Della Corte, il responsabile della scuola per portieri “Solo Per Numeri Uno” legata anche all’Aversa Normanna, e con lui anche il responsabile organizzativo della società aversana Luigi Santagata, e i giovanissimi calciatori in erba nati per lo più nel 2004.

Gaetano Fontana non può ancora allenare in quanto deve scontare una lunga squalifica confermata dal Collegio di Garanzia del CONI riguardante i fatti di Salerno quando era ancora responsabile tecnico della Nocerina. “In questo periodo io il calcio lo sto guardando dall’esterno – commenta Fontana – Osservo la Lega Pro e in particolare il girone C”. Chi vincerà il campionato? “In questo periodo è difficile esprimere giudizi categorici: penso possano giocarsi un posto per la promozione diretta un po’ tutte le compagini che occupano i primi posti, quindi la Salernitana, il Benevento, il Lecce, la stessa Casertana… Non è facile dare un pronostico, considero il girone meridionale uno dei campionati più belli ed emozionanti”. Cosa fa oggi al di là del calcio? “Sono impegnato per alcuni corsi di formazione, per ammazzare il tempo. È dura stare senza calcio, quindi mi sono inventato questo lavoro. Per ora li sto svolgendo ad Ascoli, poi conto di svolgerli anche in altre regioni”.

Guglielmo Accardi è intervenuto a proposito della questione tecnica: l’allenatore Gregucci è stato infatti sollevato in favore di Sasà Campilongo. “Purtroppo ci dispiace tanto aver preso questa decisione – spiega Accardi – e dopo che la squadra era stata capace di ottenere 24 punti. Purtroppo il problema è stato che il mister non è riuscito a dare un’identità al gruppo. Abbiamo scelto Campilongo perché pensiamo che possa essere in grado di trovare un giusto assetto per questa squadra, e inoltre conosce bene la piazza, quindi sono convinto che possa dare qualcosa sul piano della motivazione alla nostra squadra”. È sempre convinto che possa essere una squadra da vertice la Casertana? “Sì, siamo sicuri che possiamo dire la nostra. Abbiamo una rosa competitiva, quindi se ci sarà da intervenire eventualmente sul mercato lo stabiliremo a tempo debito”.

Pasqualino Esposito è stato tra i protagonisti della partita giocata dall’Aversa Normanna in casa contro la Juve Stabia: “E’ stato un peccato aver perso, comunque sono convinto che abbiamo le possibilità per tirarci fuori da questa situazione difficile: con mister Marra abbiamo avuto qualche risultato favorevole, quindi ci crediamo”. È vero che l’Aversa le ha chiesto di prolungare il contratto? “Sì, è così – risponde Esposito – Ne parleremo nei prossimi giorni con il mio agente e faremo le valutazioni del caso”.

C’è stato poi l’intervento telefonico di Renato Cipollini in qualità di nuovo direttore generale della Lega Pro. Sono i suoi primi giorni con il nuovo incarico, quindi c’è curiosità per conoscere il programma che lui propone. “La mia mansione non avrà solo carattere commerciale, ma mi occuperò di dare un’impronta e con i giusti correttivi”. Quanto è difficile essere direttore generale della Lega Pro? Sono responsabilità diverse rispetto a quelle del dirigente di società? “Certo, non è come gestire una società di calcio, ma gli impegni sono gli stessi. Io ringrazio tutto il Direttivo che ha creduto in me, e spero di poter fornire il mio apporto in termini di esperienza”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Vigor Lamezia, delegazione di tifosi negli spogliatoi

La Redazione

Benevento, Cassia: “Sconfitta bruciante a Caserta, perché si trattava di un derby”

La Redazione

Cosenza: De Angelis in campo, Giordano fermo. A segno Calderini

La Redazione