14.6 C
Foggia
27 Ottobre 2021
Serie B

Anche Auteri non sa perdere: “La scelta della porta ha condizionato i calci di rigore”

Eppure nel 1967 quando i Rokes presentarono a Sanremo la famosa canzone “Bisogna saper perdere” insieme con Lucio Dalla il tecnico del Matera Gaetano Auteri aveva già sei anni. La stessa età di chi scrive questo pezzo. Che la ricorda bene quella canzone. Ma evidentemente allo ”Special one di Floridia” non è mai piaciuta quella canzone. Anzi non gli piace quando perde contro la Juve Stabia perché puntualmente cerca di alzare polveroni che vanno al di là dei valori sportivi. Lo aveva fatto in precedenza con il Catanzaro e poi con la Nocerina. Ieri a fine gara non si è voluto smentire per l’ennesima volta. Intervistato dai colleghi delle radio e siti locali in diretta per JuveStabialive con i colleghi Mario Di Capua e Mario Vollono ha spiegato di aver perso perché -a suo dire- l’arbitro “non ha fatto una scelta razionale. Anzi è stata una scelta particolare quella di far battere i rigori sotto la curva gremita di tifosi della Juve Stabia che hanno condizionato i tiri dal dischetto”. A parte che in curva erano presenti si è no 350 spettatori. E con la pioggia battente non si capisce quale condizionamento hanno potuto esercitare contro chi come D’Aiello ha tirato il rigore alle stelle o Turchetta il cui tiro senza nulla togliere a Pisseri sarebbe stato parato anche da un bambino delle scuole calcio.
Poiché da regolamento si procede al sorteggio per la scelta della porta e per chi batte per primo tutti hanno visto, tranne Auteri che probabilmente era distratto vogliamo pensare, che l’arbitro ha gettato in aria la monetina insieme ai due capitani a centrocampo. Perché non accettare il responso del campo anche se arrivato al termine di una gara combattuta dalla sua squadra e finita ai tempi regolamentari 2-2. Talmente è la rabbia di Auteri quando perde a Castellammare che non ricorda neanche le azioni di gioco della sua squadra. Perché sempre nel corso della stessa intervista ha detto di aver giocato tutto il secondo tempo in inferiorità numerica e che la sua squadra ha retto bene. Questa ultima parte risponde al vero, anzi è verissimo. Ma Pino il suo terzino è stato espulso nei minuti di recupero del secondo tempo. Se ci fossero le immagini televisive delle dichiarazioni di Auteri sia “Striscia la notizia” sia ”Blob” ci andrebbero a nozze.

fonte: resport

Potrebbero interessarti:

Mario Macalli: “Registrazioni? Mi viene il vomito”

La Redazione

Aprilia, Luiso una delle piste per la panchina

La Redazione

Speciale svincolati: tutti i calciatori che possono fare gola in Lega Pro

La Redazione