13.9 C
Foggia
5 Dicembre 2021
Foggia Calcio

Il prossimo avversario. Notizie da Martina…

Muschio:”L’orgoglio e il senso di appartenenza”

Nella qualità di Presidente Onorario dell’ AS Martina Franca 1947, dopo un lungo silenzio (unica dichiarazione rilasciata la promessa del ripescaggio) ho il dovere di intervenire al fine di far percepire il destino comune e l’essere tutti sulla stessa barca.

Non utilizzo né l ‘ ”io” né il “voi”, evito di citare fatti che riguardano me, tizio, caio…… non è questa l’occasione per togliersi uno o più sassolini dalla scarpa…… utilizzo il NOI… ……noi che dovremmo guardare con serenità e coraggio al nuovo anno, al massimo campionato della storia del calcio di Martina, alla maggiore vetrina di tutti i tempi per la nostra amata città. Noi abbiamo la responsabilità dello storico ed irripetibile momento.

Dobbiamo sentirci tutti uniti: l’unico modo per far un buon lavoro è amare quello che si fa.E, come tutte le grandi storie, il tutto diventerà sempre migliore man mano che si va avanti……tutti uniti necessariamente ed imprescindibilmente……. per essere vicini all’area tecnica che ha svolto e sta svolgendo un lavoro superlativo, per rispetto delle istituzioni tutte, che svolgono egregiamente e quotidianamente il loro lavoro, per rispetto di tutti gli appassionati ed infine per l’orgoglio ed il senso di appartenenza alla nostra comunità ……ma anche per rispetto a noi stessi.

In bocca al lupo per il nuovo campionato e grazie a tutti.

Avv. Donato Antonio Muschio Schiavone

fonte: asmartinafranca1947

Sabato alle 15:00 esordio allo Zaccheria

Pronti al debutto. L´As Martina Franca 1947 si prepara ad esordire nel nuovo campionato di Lega Pro nel derby pugliese contro il Foggia. I biancazzurri allenati da mister Ciullo scenderanno in campo in trasferta allo “Zaccheria” per iniziare nel migliore dei modi la stagione agonistica. L´obiettivo di Arcidiacono e compagni è quello di conseguire un risultato positivo contro il temibile Foggia di De Zerbi che sicuramente vorrà far valere il fattore campo.

Per tutta la settimana il trainer biancazzurro ha tenuto sempre alta la guardia e la concentrazione dando seguito all´ottimo lavoro svolto in fase di preparazione estiva. Dopo le prime due gare ufficiali in Coppa Italia rispettivamente contro la Vigor Lamezia e il Matera che sono valse due pareggi ma soprattutto due prestazioni di rilievo, é il momento di concentrarsi sul campionato che il Martina ad ogni costo vuole onorare.

Il traguardo è di prestigio e sia pur con un organico incompleto gli itriani tengono particolarmente ad iniziare con il piede giusto questa nuova avventura. Il primo confronto tra le due compagini si giocò in Serie C1 a Martina Franca il 26 ottobre 1986 e la partita finì per 3-1 per il Martina. La maggior parte dei derby è stata giocata in C1. L´ultimo confronto si è giocato invece in Lega Pro seconda Divisione il 9 Febbraio 2014 a Martina Franca, e finì 1-1. Per la gara contro i dauni il tecnico martinese ha diramato la seguente lista dei convocati: Bleve; Modesti; De Giorgi; Tomi; Samnick; Patti; Caso; Arcidiacono; Carretta; Pellecchia; Caruso; Diop; De Lucia; De Risio; Guadalupi; Montalto; Kalombo; Ciampa; Calvetti.
Arbitrerà l´incontro il sig. Boggi di Salerno (fischio di inizio fissato per le ore 15).

Fonte: asmartinafranca1947.it

Doppio arrivo al Martina Franca

Due nuovi innesti per il MartinaFranca: i pugliesi hanno infatti ingaggiato il centrocampista Saverio Pellecchia, classe ’88, acquistato a titolo definitivo (ultima stagione al Brindisi) e il difensore Sedrick Kalombo, classe ’95, prelevato in prestito dal Lecce.

fonte: tuttolegapro

In arrivo Pellecchia dal Brindisi

Colpo del Martina Franca. Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione il club pugliese nelle ultime ore avrebbe chiuso per l´arrivo di Saverio Pellecchia, esterno destro classe 1988, attualmente tesserato per il Brindisi.

Fonte: www.tuttomercatoweb.com

L’AS Martina non cerca un nuovo dg

L’addio di Petrosino apre nuovi scenari per il calcio professionistico martinese. Il nome del sostituto, che in queste ore circola sui siti di informazione sulla Lega Pro è quello di Danilo Pagni, ex ds del Taranto, mandato via dall’Arezzo all’inizio di agosto. Lui però smentisce e lo fa dalle pagine di Blu Note: “Nutro stima e simpatia per la piazza, ma non ho ricevuto chiamate ufficiali da nessun dirigente del Martina. Tra l’altro sono impegnato in una battaglia legale, causa lavoro, per il contratto che mi lega all’Arezzo fino al 2016”.
La smentita più importante arriva però dalla società con una nota di due righe: “Con riferimento ad una notizia diffusa da alcuni organi di informazione e circolata con insistenza nelle ultime ore, l’As Martina Franca 1947 smentisce categoricamente ogni tipo di interesse nei confronti del signor Danilo Pagni e precisa di non essere alla ricerca di un diggì“.

fonte: martinanews

Fabiano da Silva sceglie il Martina

Oramai è fatta: a breve Fabiano Medina da Silva (32) firmerà il contratto che lo legherà al Martina per la prossima stagione. Il difensore brasiliano, corteggiato da numerosi club di Lega Pro, ha quindi scelto i biancazzurri pugliesi. Accordo raggiunto, salvo sorprese arriverà nelle prossime ore anche l’ufficialità.

fonte: tuttomercatoweb

Idea Pagni per il ruolo di diggì

Dopo l´addio di Petrosino in casa Martina Franca si pensa ad un nuovo direttore generale. Ai pugliesi piace il profilo di Danilo Pagni, fresco d´addio all´Arezzo. Al momento con i toscani è, però, in corso una spinosa causa-lavoro, che potrebbe impedire il tesseramento a breve per altri club. L´ex Salernitana, Gallipoli e Taranto era stato sondato dal Siena a inizio mese, ma le problematiche legate alla risoluzione del contratto con gli aretini avevano posto in stand-by questa soluzione.

fonte: tuttolegapro

Ciullo soddisfatto, per Caruso l’intesa è già buona

Ciullo: “Sono contento della prestazione dei ragazzi che avrebbero meritato anche la vittoria. Ottima la reazione al gol del Matera e la voglia di crederci fino all’ultimo. Sono soddisfatto anche perché era la prima dinanzi al nostro pubblico e ci tenevamo a far bene. Dobbiamo continuare a lavorare con questa intensità per iniziare al meglio il campionato. Abbiamo giocato contro una squadra che ha un organico importante e che ha operato investimenti importanti, ecco perché questo pareggio può essere colto in chiave molto positiva”.

Caruso: “Felice per il gol, peccato di non essere riusciti a vincere nel finale. Abbiamo reagito bene allo svantaggio e creato molto. L’intesa con i compagni è già buona e lì in avanti siamo bravi a non dare punti di riferimento. Il pareggio ci sta stretto, ma non abbiamo nulla da rimproverarci soprattutto considerando il blasone dell’avversario. Segnare sotto la curva dei tifosi è stato molto emozionante”.

fonte: asmartinafranca1947

Dg Petrosino: “Ecco perché mi dimetto: basta col Fai da te, troppo stress da sopportare”

Più che una dimissione, un’accorato appello. Nino Petrosino, da ieri sera, non è più il direttore generale del Martina. Il dirigente pugliese, con profonda tristezza, ha decretato il suo addio alla società a causa di un’organizzazione latente (LEGGI QUI). In realtà più che un addio Petrosino (e gli stessi tifosi) sperano si tratti solo di un arrivederci, di una crisi che possa rientrare a breve. Lo capisci dalla commozione che interrompe, diverse volte, la sua intervista. Questo il suo sfogo: “Le mie dimissioni sono dovute a una mancanza di organizzazione. La società non ha ancora capito che ci troviamo di fronte a una Lega Pro nuova, riformata: servono più risorse umane e professionalità: non è più possibile andare avanti con il “Fai da te”.
Adesso servono persone qualificate che rispettino tutte le prescrizioni e i regolamenti di Lega, Osservatorio Nazionale, Questura e Commissariato.
L’avevo già detto in mezzo alla festa ripescaggio e lo ripeto tutt’ora: non si può più andare avanti con le sole quattro persone presenti all’interno del team, sono bravissime e le ringrazio per tutto, ma non sono più sufficienti.
Non ho nulla nei confronti del presidente e dei soci, questo sia chiaro. Se il Martina cambierà io potrò rivedere la mia posizione: non posso fare ogni cosa da solo.
In questi sei anni mi son occupato di tutto: dall’organizzare le partite, all’osservare le prescrizioni di legge, ad attaccare anche i manifesti. Non rinnego nulla, anzi, per il Martina questo e altro. Però adesso non ce la faccio più: oggi manca l’organizzazione che serve e io fisicamente non ce la faccio più, sono arrivato a un punto di stress totale. Ho 57 anni, non sono più lo stesso di sei anni fa. Non l’ho mai fatto per soldi, questo mio volontariato è sempre stato portato avanti con gioia, perché credo in questa città e in questa squadra.
Inizieremo il campionato contro la Salernitana: non potranno più esserci situazioni da tamponare volta per volta o sulle quali si può chiudere un occhio. Attenzione, non sto parlando della parte tecnica. Chi ha visto la squadra si è accorto che è stata costruita bene e sta facendo benissimo. Ma dietro le quinte serve una grande organizzazione che, since

Potrebbero interessarti:

Seconda Divisione/B, il punto dopo la terza giornata

La Redazione

Il prossimo avversario. Crollo del Chieti a Caserta: cronaca e tabellino

La Redazione

ARBITRO. Calcio Foggia – Juve Stabia al sig. Andrea Colombo di Como

La Redazione