10.5 C
Foggia
27 Novembre 2021
Serie B

Aversa Normanna, Capua: “Girone C difficile, ma mi piace”

Dopo due stagioni trascorse a Salerno il centrocampista Giuseppe Capua si mette al servizio dell’Aversa Normanna di mister Novelli. Il calciatore ha 22 anni e nelle sue apparizioni con la maglia granata della Salernitana era stato importante perché riusciva a dare spesso più qualità al gioco della propria squadra, ma subentrava troppo spesso in corsa. Questa volta ad Aversa Capua potrà dimostrare anche dall’inizio il suo valore.

“A Salerno ho trascorso delle annate bellissime, con ricordi indelebili, ma ne avevo trascorsi di indelebili anche al Pergocrema e all’Avellino. Ho giocato per una squadra importante come la Salernitana e abbiamo raccolto risultati insieme ad alcuni ragazzi più grandi che mi hanno aiutato a crescere”.

Però non ha potuto giocare con continuità. Perché no?

“Questo credo sia da chiedere agli allenatori che mi hanno avuto. Io per quanto mi riguarda ho sempre cercato di mettere il massimo impegno in partita come negli allenamenti, fino a febbraio riuscivo anche a giocare ma dopo sono stato messo da parte”.

Sperava in una riconferma per la Salernitana?

“Sì, l’avevo sperato, ma sono comunque realista: sapevo che non facevo più parte della rosa per l’anno successivo”.

Con quale spirito inizia quest’avventura in un’Aversa Normanna che è stata ripescata in Prima Divisione?

“Inizio con lo spirito giusto, sappiamo che si tratta di un campionato difficile, lo è soprattutto per noi che ci troviamo in un girone molto difficile. Siamo pronti a sacrificarci, ma ci aspettiamo tanto da noi. Siamo a disposizione del mister”.

Che voto darebbe al mercato in entrata della Salernitana?

“Un bel 10+. Secondo me si è mossa benissimo. Quest’anno è nel girone nostro e sarà emozionante giocarci contro. Anche per me sarebbe emozionante tornare all’Arechi da avversario”.

A proposito, di derby in Campania ce ne saranno tanti. È d’accordo con quanti sostengono che queste partite debbano giocarsi nelle sedi naturali con il pubblico?

“Sì, perché altrimenti non sarebbe più calcio. C’è l’adrenalina, c’è la passione”.

Il suo obiettivo personale?

“Cercare di fare bene con l’Aversa Normanna”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

COSENZA: Paro verso l’annuale

La Redazione

Lega Pro, risolto il contratto di Cipollini. Reintegrato il dg Ghirelli

La Redazione

L’avversario: i convocati del Teramo

La Redazione