10.5 C
Foggia
27 Novembre 2021
Serie B

Sorrento, Manuel Lettieri: “Siamo una squadra viva. A Messina…”

La partita Messina-Sorrento arriva in un momento molto importante per i rossoneri, che hanno la potenzialità di bypassare i play-out per non retrocedere, e anche per i giallorossi che possono essere promossi con anticipo. Il Messina infatti ha 48 punti ed è quinto in classifica; c’è una differenza perché il Sorrento si trova al nono posto con 39 punti ma sarà il campo a parlare. Nel mirino c’è la Vigor Lamezia, che è ottava ed è la squadra in questo momento più ravvicinata da rincorrere. Il centrocampista dei costieri Manuel Lettieri, classe 1993, racconta l’attesa a questo incontro difficile.

“Sicuramente gran parte dei meriti vanno al nostro allenatore, che ci ha dato serenità e tranquillità anche nei momenti più difficili, e naturalmente siamo stati bravi anche noi a reagire alle sconfitte subìte. Il Sorrento è vivo, ha fatto benissimo in questi mesi, quindi siamo abbastanza motivati per Messina”.

È d’accordo anche lei nel ritenere che il Sorrento di oggi riesca a giocare molto meglio fuori casa?

“Diciamo che abbiamo avuto delle difficoltà all’inizio del campionato in casa; poi nel girone di ritorno abbiamo avuto ottenuto delle vittorie importanti anche a Sorrento. Sicuramente abbiamo fatto più punti fuori casa, non so il perché di questo, ma siamo sempre andati in campo per cercare di vincere, sia in casa che fuori”.

È da tre-quattro anni che lei fa il calciatore nel professionismo: è questa la sua stagione più intensa?

“Sì. La scorsa stagione ero stato con la Nocerina, mi trovavo in una squadra attrezzata per vincere ed era difficile poter giocare con continuità in una rosa che comprendeva tanti giocatori forti; quest’anno c’è stata la possibilità di giocare per il Sorrento e la sto sfruttando nel migliore dei modi. Devo sfruttarla così come sto facendo”.

A chi si ispira?

“Il mio modello è Daniele De Rossi, mi piace come gioca, è un incontrista, forte di testa e sa segnare”.

Domani c’è Messina-Sorrento, partita importante per tutte e due le squadre, perché il Messina ha bisogno di un solo punto per la promozione aritmetica, ma che partita si aspetta?

“Sicuramente sarà una partita difficile per noi, so come il mister del Messina prepara le partite, quindi sarà difficile. Dobbiamo fare il nostro gioco, quindi cercheremo anche di ‘rovinare’ la festa al Messina”.

Quindi andrete lì per vincere?

“Sì, andremo lì per vincere, tre punti ci servirebbero per raggiungere eventualmente la Vigor Lamezia”.

Se riusciste a salvarvi senza i play-out sarebbe un miracolo?

“Probabilmente è così, per come stava andando la stagione. Comunque noi dobbiamo pensare partita per partita, siamo concentrati sul Messina e la prossima gara vedremo cosa ci riserverà”.

Il suo futuro dove lo vede? Lei era della Nocerina.

“Sì, ma dopo quello che è successo non so come andranno a finire le cose. Forse potrei rimanere svincolato, quindi devo cercare di fare bene quest’annata per valutare una sistemazione futura. Ma se il Sorrento riuscirà a mantenere la categoria, per me sarebbe una bella cosa restare a Sorrento: qui si sta bene, è una città splendida e c’è un ambiente tranquillo”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Salernitana, ds Fabiani: “Comunque il nostro è un campionato importante”

La Redazione

Matera, ricorsi riuniti: decisa la data dell’udienza

La Redazione

L’Arzanese ingaggia un difensore ex Fondi

La Redazione