9.9 C
Foggia
3 Dicembre 2021
Foggia Calcio Numero 4 Blog

Pirazzini: “Foggia, attento a Corona perché…”

DI GIANNI PIRAZZINI – Cari amici tifosi, ben ritrovati sulle pagine del mio blog. Vi scrivo all’indomani della vittoria per tre a zero contro il Martina. Una di quelle che fa bene al morale, di quelle che infonde la giusta fiducia nei propri mezzi. Adesso, però, bisogna mantenere la calma, evitare gli estremi, non bisogna esaltarsi e mantenere equilibrio e concentrazione. La vittoria di domenica è meritata ma il cammino è solo all’inizio e sarà lungo e pericoloso. Al contempo non deve scemare la determinazione che ha profuso il gruppo nella gara contro il Martina. Da lì bisogna ripartire già da domenica prossima. Sono molto contento per il ritorno al gol di Giglio. Finalmente si è sbloccato. Ha siglato una pregevole doppietta e adesso è in una posizione psicologica invidiabile. Nelle scorse settimane poteva abbattersi ma non l’ha fatto. Non ha mollato e il suo carattere è (e lo sarà sicuramente) di esempio per la squadra. Ma oggi è martedì e già incombe la gara di domenica. Si va a Messina. Ricordo nella mia carriera di averci giocato nel 1967-68. Il vecchio stadio Celeste era un catino infuocato. La retina di protezione del campo era talmente vicina alla linea laterale che, battendo un fallo, la gente poteva strappare di mano la sfera dal calciatore. Si tratta di una società gloriosa, alla stregua del Foggia. Al San Filippo in primis bisogna non perdere. Anche un pareggio va bene, a patto che in casa si risponda con una vittoria. Da avversario ci sarà Giorgio Corona. Ricordo di aver fatto alcune relazioni su di lui quando giocava nel Campobasso. Il Foggia mi inviò come osservatore per visionare lui e lo stopper Minadeo. Stilai due relazioni positive e ne proposi l’acquisto. Le loro carriere, a conti fatti, mi hanno dato ragione. Il Foggia, però, decise di non puntare su di loro, forse per mancanza di fondi o più semplicemente perché mancarono alcune condizioni. Adesso ha 39 anni, non avrà più lo spunto per svariare su tutto il fronte offensivo come agli inizi degli anni 2000, ma ha tanta esperienza da mettere a disposizione dei compagni. Sarà difficile marcarlo sulle palle alte. Lui cercherà di farsi trovare pronto all’appuntamento… ma come sempre noi siamo il Foggia. Quindi niente paura!

Il vostro capitano
Gianni Pirazzini

Potrebbero interessarti:

L’ex, il ds Molino: “Domenica mi aspetto un arbitro all´altezza della situazione”

La Redazione

Foggia calcio – Lecce, “Inferno” foggiano: polverizzati 11mila biglietti

La Redazione

Foggia fuori dalla Coppa Italia di Lega Pro: il Matera si impone di misura allo Zaccheria

Gianpaolo Limardi