6.7 C
Foggia
30 Novembre 2021
Foggia Calcio

Terza ics di fila. Il Foggia Calcio pareggia anche a Picerno

Terzo pareggio di fila per il Foggia Calcio che dopo Bati e Taranto ottiene un punto anche in casa dell’AZ Picerno. Le numerose assenze inficiano la prestazione dei rossoneri, contati soprattutto in prima linea viste le assenze di Di Grazia e Merola. In difesa, invece, manca Nicoletti. La partita equamente si divide tra le contendenti. I padroni di casa giovano meglio il primo tempo, nella ripresa viene fuori il Foggia che comunque denota una manovra ancora intermittente. Se non si gioca palla a terra e in velocità i rossoneri sono vulnerabili e a tratti addirittura indifesi, esposti a contropiede velenosi in spazi aperti invitanti. Un invito a nozze per il Picerno che agisce quasi esclusivamente in ripartenza. Nella ripresa, anche grazie ai cambi, i rossoneri cambiano registro ma sono comunque discontinui e poco pungenti negli ultimi sedici metri dove Curcio non entra in area e prima Merkaj poi Ferrante non sono continui.

PRIMO TEMPO – La partita si apre con un botta e risposta. Ferrante in apertura manda alto, Pitarresi al 5′ lo imita. Un minuto più avanti Gerardi manda di poco alto sulla traversa un pallone filtrante maliziosamente imbucato da Reginaldo. Al 26′ ci riprova Gerardi dalla distanza ma il portiere è attento. Sul ribaltamento di fronte Garattoni mette al centro un pallone che Curcio di testa riesce a toccare ma il portiere para. Al 40′ contropiede del Picerno, palla a Gerardi che entra in area e viene steso da Martino. Lo stesso centravanti calcia il rigore, Volpe para in tuffo sulla sua destra, poi Pitarresi arriva per primo e deposita in fondo al sacco. Al 45′ Curcio prova a svegliare i rossoneri con un tocco e tiro al volo che sfiora l’incrocio dei pali.

SECONDO TEMPO – Dopo i primi minuti giocati sulla falsa riga della prima frazione Zeman decide di cambiare e in un solo colpo fa uscire Garattoni, Gallo e Merkaj per far spazio a Di Jenno, Rizzo Pinna e Vigolo. Dopo i cambi Martino si sposta a destra, Ferrante da centravanti diventa esterno offensivo. Al 56′ il Foggia pareggia: punizione di Rocca, sponda di Curcio e tap in ravvicinato di Di Pasquale che batte il portiere. Al 59′ un’altra punizione da destra di Curcio trova la deviazione col tacco di Ferrante ma la palla accarezza la traversa. Al 60′ Rocca, infortunato, esce e fa posto a Garofalo. Al 71′ un errore della difesa fa passare Vigolo che da posizione defilata incrocia il destro e impegna il portiere al colpo di reni in angolo. La partita finisce così.

Potrebbero interessarti:

“VISTO da GUFFANTI”: il punto sulla giornata in Lega Pro

La Redazione

PEDULLA’ – Sprint del Foggia Calcio per Bizzarri

La Redazione

Foggia calcio, Iemmello: “Se continuiamo così possiamo salvarci tranquillamente”

Gianpaolo Limardi