14.6 C
Foggia
27 Ottobre 2021
Foggia Calcio

Balde di testa batte la Cavese, continua la corsa ai playoff del Foggia Calcio

Balde di testa regala la vittoria al Foggia Calcio nel difficile e combattuto match contro la Cavese. L’attaccante di nazionalità spagnola sblocca nel primo tempo una partita in cui i rossoneri non hanno sofferto particolarmente ma nella quale non hanno brillato per freddezza e fortuna sotto porta. I tre punti conquistati con la Cavese permettono all’undici di Marchionni di mantenere nove lunghezze di vantaggio sulla prima inseguitrice della zona playoff, la Viterbese, che però ha una gara in meno.

FORMAZIONE – Il tecnico del Foggia Marco Marchionni deve fare i conti con la piena emergenza. Squalificato Dell’Agnello, infortunati Said, Turi, Del Prete e, all’ultimo istante, anche Curcio (problemi alla schiena). Rocca e Salvi recuperano ma partono dalla panchina perché non in grado di sostenere gli interi novanta minuti, soprattutto nella settimana che porta a tre partite di fila in sette giorni. Nel 3-5-2 è Balde a giocare in attacco al fianco di D’Andrea. Galeotafiore rileva Del Prete nel terzetto di difensori, con i tre giovani a centrocampo: Vitale, Morrone e Garofalo. Non è un buon momento nemmeno per la Cavese, reduce da diversi casi di Coronavirus che hanno costretto la squadra a non disputare le ultime due partite.

PRIMO TEMPO – La Cavese mette grinta e voglia ma evidenzia alcuni limiti qui quali il Foggia imposta le azioni migliori del primo tempo, denotando anche un maggiore possesso della palla che però spessi si è tramutato in calci d’angolo. La prima palla gol per i rossoneri arriva al 4′, quando Garofalo intercetta un passaggio in orizzontale della difesa della Cavese, avanza e calcia dal limite. La conclusione è potente e ben indirizzata sotto il sette, ma il portiere vola e mette in angolo. Per il vantaggio bisogna attendere il minuto venti. Su angolo di Morrone il “piccolo” Balde svetta e di testa infila la porta della Cavese. Il gol sblocca ulteriormente il Foggia che prova a sfruttare spazi e incertezze avversarie. Al 32′ una verticalizzazione di D’Andrea manda alla conclusione Garofalo, bravo e rapido ad anticipare tutti con la punta del piede, ma fermato dal portiere che si allunga in tuffo e devia la conclusione destinata in fondo alla rete. Al 35′ ci prova D’Andrea ad incrociare col destro ma la palla esce di molto a lato.

SECONDO TEMPO – Nel primo minuto della ripresa un cross teso di D’Andrea dal fondo non trova la deviazione aerea di Balde, bravo ad attaccare il primo palo per cercare il tocco vincente. Al 56′ si vede la Cavese con l’esordiente Gega, che di testa impatta con forza un pallone calciato da De Rosa su calcio d’angolo. I tanti cambi e ancor di più gli errori in fase di impostazione da parte di entrambe le squadre, spengono le emozioni della partita. Nel finale, improvvisamente, riecco i brividi. La Cavese prova a colpire un Foggia adeguatosi ai ritmi blandi della contesa. Matera dalla distanza calcia con forza un pallone destinato a infilarsi sotto l’incrocio ma Fumagalli è reattivo e salva in angolo.

Potrebbero interessarti:

Il Bari chiede di giocare allo Zaccheria. Il Foggia Calcio…

La Redazione

De Zerbi non sente Verile da 3 settimane. Lui risponde così: “Mi ha sentito eccome…”

Domenico Carella

Casertana – Foggia, le voci dallo spogliatoio

La Redazione