12 C
Foggia
31 Ottobre 2020
Foggia Calcio

Le Pagelle: Fumagalli attento. Dell’Agnello e Germinio, esordio da ricordare

Il migliore del Foggia Calcio nel match contro il Potenza è Kalombo, a pari merito con Fumagalli, per le parate decisive al fine del risultato. Qualche difficoltà per la coppia titolare offensiva che nel primo tempo non incide come avrebbe voluto. L’avversario, però, non è sembrato nella sua miglior giornata. Queste sono le pagelle del match d’esordio in campionato dei rossoneri.

Fumagalli voto 7 – Dopo un primo tempo di uscite ordinarie, si fa trovare pronto alla respinta ipnotizzando Ricci. Nella ripresa vola a strappare dal sette un colpo di testa di Ricci. Attento.

Vitale voto 6 – Corre e tampona, cercando, quando può, di mettere anche ordine, ma a centrocampo a volte si perdono le giuste distanze nell’eccessiva veemenza nell’aggredire il portatore di palla.

Gavazzi voto 6,5 – Non è certo un fulmine di guerra ma gestisce con l’esperienza alcune situazioni spinose. Nel gioco aereo si fa sentire.

Anelli voto 6 – Gioca semplice ed è questa la sua forza nel match. Solido in copertura un po’ meno in fase propositiva e d’impostazione.

Di Masi voto 6,5 – Dalle sue parti si gioca molto poco per 45′. Si dedica a copertura e raccordo con la difesa. Nella ripresa si scioglie e in una proiezione in fase offensiva serve l’assist per il gol di Dell’Agnello.

Gentile voto 6,5 – La palla che prolunga con la testa vale l’assist per il gol del vantaggio di Germinio. Generoso a centrocampo in ogni frangente, anche se questo gli costa un po’ di lucidità in appoggio alle punte.

Curcio voto 6 – Si è preso carico di tutte le punizioni ma gli è mancata la misura e non solo nei passaggi, anche nelle rifiniture per i compagni. Ancora macchinoso e qaulche volta solista ma può e deve crescere. Mezzo voto in più per la voglia di fare.

D’Andrea voto 6 – Funge da riferimento offensivo, sostenuto dal solo Curcio. Prova a fare a sportellate da solo tra i centrali granitici del Potenza ma non incide. Ha il merito di guadagnare nel suo miglior guizzo il calcio d’angolo che ha fruttato il vantaggio. Mezzo voto in più per le difficoltà che ha affrontato.

Germinio voto 7 – Bagna l’esordio con un gol che ne esalta la partita. Poi una condotta senza troppe sbavature difficoltà complice anche un avversario che ha punto poco.

Salvi voto 6 – Il ruolo di argine davanti alla difesa è quello che lui maggiormente ama. Fa una partita di sacrificio utile a portare a casa la vittoria.

Kalombo voto 7 – Buoni spunti sulla velocità accompagnati da una buona dose di irruenza, almeno nel primo tempo. Però dal suo lato si giocano la stragrande maggioranza delle sortite offensive rei rossoneri. Ha gamba per percorrere tutta la fascia. Stantuffo

SUBENTRATI

Dell’Agnello voto 7 – Entra, corre qualche decina di metri, si fa trovare in vantaggio sull’avversario su un cross di Di Masi e ci mette il piatto per il vantaggio. Esordio da ricordare.

Garofalo voto 6 – entra e fa il suo salvaguardando il doppio vantaggio.

Agostinone s.v. –

Tascini s.v. –

CAU (all.) voto 6,5 – Dopo tutto quanto successo mettere una formazione in campo era un’impresa: tre tecnici, tante idee differenti tra loro, un mercato ancora aperto e acquisti giunti negli ultimi giorni. Marchionni ha avuto ragione nel predicare alla vigilia “semplicità”. Per questa volta quella è stata sufficiente.

Potrebbero interessarti:

Amoruso: “Bari e Foggia Calcio dalla loro hanno storia e seguito. Mi aspetto…”

La Redazione

GIUDICE SPORTIVO. Nessun provvedimento per il Foggia Calcio

La Redazione

Foggia Calcio-Empereur, ecco la verità

La Redazione