17 C
Foggia
24 Ottobre 2020
Foggia Calcio

Dopo Corrado c’è Alessio (Rossi). Al Foggia Calcio in arrivo il nipote di Tamalio

Primo minuto di Foggia – Reggiana, campionato di Serie B 1975-1976. I rossoneri sono alle prese con la rincorsa alla zona promozione, dopo aver toccato con mano il baratro dei bassifondi della classifica. Hanno alle spalle già due allenatori, prima Cesare Maldini, poi Roberto Balestri (abile tecnico, ricucitore di rapporti umani) e il fiato sul collo di tutta una città che chiede solo la Serie A. In quei primi sessanta secondi succede di tutto. Esordisce un ragazzino, un certo Corrado Tamalio, foggiano doc, che al suo primo pallone toccato segna il gol che avrebbe sognato giorno e notte. Lo stadio che viene giù, il boato, le bandiere. Lui, stordito dalle emozioni, viene subito destato dal buffetto del capitano Gianni Pirazzini, che lo riporta alla realtà. Finì 1-0, bastò quel guizzo in spaccata su tiro di Nicoli a decidere la contesa.

Quella vittoria firmata dal ragazzino di Foggia divenne fondamentale per il ritorno in Serie A e ancora oggi, Corrado, è ricordato come uno degli eroi di quella fantastica squadra, capace di un’epica rimonta. A distanza di quarantasei anni da quella data, un fremito avvolge gli appassionati di storia. Un altro rappresentante della famiglia Tamalio, infatti, potrebbe vestirsi di rossonero. Si tratta di Alessio Rossi, nipote di Corrado (figlio della sorella). Il giovane calciatore, di ruolo terzino ed all’occorrenza esterno destro d’attacco, dovrebbe far parte della squadra Berretti. Nativo di Pescara, Rossi ha fatto la trafila nel settore del club biancoazzurro fino all’ Under 17. Adesso è pronto per una nuova avventura in una città alla quale, in qualche maniera, è già legato, come ha riportato la testata tuttocalciogiovanile.it.

Potrebbero interessarti:

Leonetti e il suo primo gol tra i pro: “Dedicato ai tifosi”

Domenico Carella

Un ex Foggia Calcio sulla panchina del Pisa

La Redazione

Il baby Martino andrà in D

La Redazione