15 C
Foggia
27 Settembre 2020
Blog Foggia Calcio

Il decalogo di Capuano per il Foggia Calcio. Da Van Gogh a De Filippo, passando per tombola, Formula 1 e…

Il decalogo di Capuano per il Foggia Calcio. Da Van Gogh a De Filippo, passando per tombola, Formula 1 e…

[dropcap color=”#” bgcolor=”#” sradius=”0″]F[/dropcap]rasi ad effetto, metafore, determinazione e sorrisi distesi. Eziolino Capuano si presenta così come nuovo tecnico del Foggia Calcio. L’allenatore nativo di Salerno parla di Van Gogh e De Filippo, svela i motivi che lo convincono a credere che il rapporto con Corda sarà duraturo e paragona il suo Foggia a una macchina di Formula 1, che parte dall’ultima fila della griglia di partenza. E nelle dichiarazioni c’è spazio anche per la tombola. Foggiasport24.com ha raggruppato in dieci punti le frasi più importanti del tecnico nel giorno della sua presentazione ufficiale.

  1. “Da oggi per me esiste solo il Foggia”
  2. “Non sono uno tecnologico e per raggiungere l’albergo ho chiesto indicazioni ai passanti. La gente mi saltava in macchina per un selfie”
  3. “Io e Corda? I poli opposti si attraggono. Ci si può scontrare, certo, l’importante è non tradire”
  4. “Il tecnico è come un pittore e crea. Se il direttore mi darà una discreta tela e dei colori normali io proverò a mettere del mio. Senza scopiazzare Van Gogh”
  5. “Sono stato tra i primi fautori del 352 ai tempi del Sora. Partiremo da questo modulo ma senza fretta sul mercato. Non ci faremo condizionare da nessuno. Abbiamo idee chiarissime. Foggia non può fare un’apparizione in C. Neanche in B può farla”
  6. “Sarà un Foggia aggressivo, razionale e attento. Correrà e saprà soffrire. I giocatori? Per me sono numeri per fare la tombola”
  7. “Chi indossa questa maglia dovrà andare oltre la fatica al limite dello strapazzo. Chi viene a Foggia deve avere il mio entusiasmo. E chi non suda la maglia se la vedrà strappare da dosso”.
  8. “I gol su palla inattiva? Farli è il massimo dell’orgasmo. Subirli mi fa arrabbiare tantissimo”
  9. Conosco molto bene la Serie C. Non ricordo a mia memoria un campionato così difficile. Ma questo è forse un bene perché sarà più equilibrato. Noi non partiamo ultimi ma dietro l’ultimo posto. Poi toccherà ai meccanici, agli ingegneri e a qualche sorpasso spericolato ribaltare la situazione. Sarà difficile ma noi siamo il Foggia”
  10. Lo stadio senza tifosi? E’ come una commedia di De Filippo senza pubblico e regista. Giocare a Foggia con il pubblico è dura per tutti”

Potrebbero interessarti:

Foggia Calcio, Gerbo in conferenza

La Redazione

Cavallaro nella Top 11 del girone C

La Redazione

Casertana-Foggia Calcio info settore Ospiti

La Redazione