LE PAGELLE – Il “Fuma” non delude. Centrocampo in panne, di positivo appena il “bentornato” a Gemmi

LE PAGELLE – Il “Fuma” non delude. Centrocampo in panne, di positivo appena il “bentornato” a Gemmi

LE PAGELLE – Il “Fuma” non delude. Centrocampo in panne, di positivo appena il “bentornato” a Gemmi

FUMAGALLI 6,5 – Sempre attento e concentrato, ha limitato all’applauso sterile due buone iniziative dell’Agropoli. Nel finale sbuffa rabbia per un pari che proprio non gli va giù

ANELLI 6 – Era al rientro dopo alcuni mesi tormentati: la nota più positiva è la dimostrazione che l’infortunio è alle spalle e che potrà crescere. Strappa solo così la sufficienza

VISCOMI 6 – Ci mette ardore ed è pronto ad imbracciare la scimitarra. Contro i giovani campani non ne ha bisogno e così si limita a sorvegliare la zona e a ramazzare in avanti

DI JENNO 5,5 – Preso alle spalle nell’occasione più pericolosa dell’Agropoli, sta vivendo a nostro avviso un momento di appannamento caratteriale e tecnico. Esce a fine primo tempo

SALINES 5 – All’andata la miglior partita della sua stagione, al ritorno una delle peggiori. Spinta zero, poco mordente e solo l’iconografia sbiadita di uno che aveva fatto sperare tanto…

GIBILTERRA 5 – Un pesce fuor d’acqua, che si limita a qualche tocco intelligente ma povero d’incisività nel contesto della gara. Non tocca a lui guidare la truppa ma deve fare di più

GERBAUDO 5 – Un’altra prova deludente per l’ex Avellino. Tornato nel ruolo di playmaker, si è fatto soffocare dalla mediocrità di un reparto oggi “inguardabile”

GENTILE 5,5 – È stato risucchiato nel vortice dell’inconcludenza con tante sbracciate verso compagni e arbitro, ma stavolta senza la capacità di “sturare” il tappo della determinazione

KOURFALIDIS 6 – Lo premiamo perché legge bene alcune situazioni difensive e nel recupero mette una pezza a un’incursione pericolosa degli azzurri con una diagonale provvidenziale

CITTADINO 5 – Spostato qualche metro più avanti, ha sofferto terribilmente senza lasciare traccia di sé in campo. Al Guariglia, si è appannata anche la sua vena balistica su punizioni e corner

TORTORI 5,5 – Di conclusioni nemmeno l’ombra, ma almeno ha lottato su tutti i palloni e cercato di creare scompiglio in una retroguardia che però non gli ha concesso nulla o quasi

CAMPAGNA 5 – Poteva, anzi doveva, essere l’ago che… sbilanciava la gara. Ma nel taccuino non c’è traccia di una sua iniziativa degna di questo nome. Un pomeriggio in letardo…

RUSSO 5 – Vale un po’ il discorso fatto per Campagna con cui ha condiviso l’entrata nella ripresa. Tanto fumo e niente arrosto. È andato spesso in corto circuito con il pallone tra i piedi

CADILI 5,5 – Rischiava di fare una frittata nel finale su una palla che stava gestendo in stile Ospina in Lazio-Napoli. Per fortuna l’arbitro aveva fischiato un fallo precedente

GEMMI NG – Atteso a lungo, ha ritrovato il campo e questa di per sé è una buona notizia. Sui minuti giocati poco da dire: è in ritardo e i tempi vanno registrati. Non è colpa sua…

CIPOLLETTA NG – Positivo come boa nei pochi spiccioli di match che Corda gli ha concesso. Con il senno di poi poteva essere messo prima, ma così non può essere giudicato

CORDA 5 – La più brutta prestazione della sua era. L’avversario era giovane e volenteroso ma ci si attendeva un altro Foggia. Tiri zero, tanta confusione e stavolta ben poca cattiveria

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".