Calcio Foggia, Gentile: “L’importante era vincere. Peccato per l’ammonizione, era rigore netto”

Calcio Foggia, Gentile: “L’importante era vincere. Peccato per l’ammonizione, era rigore netto”

Il capitano Gentile è intervenuto in sala stampa dopo la partita e ha così commentato la gara con la Gelbison. “Era importante vincere, abbiamo fatto di tutto per portare a casa la partita sin da subito e abbiamo fatto bene nel primo tempo. Dovevamo partire forte e lo abbiamo fatto, come ci eravamo detti.

Una partita facile? Lo diciamo dopo che hai vinto 3-0, ma loro avevamo preso 5 gol in due partite e poi appena altri due gol nelle restanti gare, oggi noi però li abbiamo messi in difficoltà. Abbiamo fatto il nostro, non abbiamo raggiunto nulla ma siamo consapevoli di quanto facciamo. Dobbiamo continuare così.

Uscire dalla coppa ci ha lasciato l’amaro in bocca, considerando che non abbiamo fatto una prestazione degna della nostra squadra, quindi oggi volevamo riscattarci davanti ai nostri tifosi. Facciamo la corsa solo su noi stessi e dobbiamo lavorare giorno dopo giorno senza alzare la testa. Noi dobbiamo fare i giocatori e dare tutto non solo in partita ma durante la settimana, al resto ci pensa la società.

Dispiace per il giallo (che gli farà saltare Francavilla nda) perché avevo cercato e trovato il rigore che era netto: del resto al 92’, sul 3-0 e con la possibilità di tirare, perché dovevo simulare? L’importante era comunque vincere, forse questo mio stop arriva nel momento giusto perché avevo bisogno di rifiatare ma avrei preferito prendere il giallo per fermare un’azione pericolosa e non così.”

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".