Calcio Foggia, Corda: “Chi è arrivato ha più motivazioni di chi è andato via. Domani sarà durissima”

Calcio Foggia, Corda: “Chi è arrivato ha più motivazioni di chi è andato via. Domani sarà durissima”

Alla vigilia della partenza per il ritiro pre partita, il tecnico Corda si è intrattenuto con la stampa per parlare del match con il Francavilla e per analizzare il mercato.

E proprio dal mercato comincia la disquisizione: “Sono arrivati in settimana due giovani di prospettiva, perché il Foggia deve anche iniziare a inserire tasselli per il futuro. Tedesco ha carattere, è serio, si allena al 100% e ci darà una grossa mano; Mbaba è un talento puro, ha forza fisica impressionante e ha un grande atteggiamento, per me è senza dubbio un quinto di centrocampo, nell’Acireale giocava a destra, è devastante in accelerazione.

Per quanto riguarda la partenza di Iadaresta, lui non è entrato appieno nei nostri meccanismi, qui non era il più felice del mondo perché per caratteristiche tecniche non è uno che partecipa molto, si sacrifica poco, va bene per i cross dal fondo. La sua partenza è stata una scelta condivisa anche se poi ha scritto quel post che però ha successivamente corretto. Poteva fare di più e ultimamente non ci ha dato una grossa mano.”

Il mister ha parlato anche di possibili nuovi arrivi senza però fare nomi: “Da qui a venti giorni, ma può essere anche lunedì o a inizio gennaio, arriverà un altro attaccante; comunque noi dobbiamo fare acquisti mirati, funzionali a un gruppo che lavora bene e con determinazione, con un ambiente che rispetto anche a 15 gg fa è ancora più conscio, determinato e con più fame. Chi è arrivato ha più motivazioni di quelli che sono andati via.”

Capitolo uscite: “Oggi è stato ufficializzato l’addio di Notaristefano, andranno via anche Sadek e Guddo che sono in attesa di sistemazione. Per il resto non ci saranno altre partenze.” Uno sguardo agli «Under»: “A parte Cadili e Di Jenno del ’99 che sono centrali e Cannas, gli Under sono praticamente tutti quinti e mezzali e sicuramente in questi ruoli arriverà qualcosa. Non so se ne arriveranno uno o due, ma preferisco non dormire perché ho molte scelte che essere tranquillo perché non posso scegliere. Se c’è da prendere un Under in più si può fare, non pesa nemmeno a bilancio.

Però il concetto è che ora devono arrivare solo giocatori che servono, che possono essere titolari, perché io voglio tutti titolari. Oggi ne abbiamo 19/20, siamo un po’ tirati numericamente, voglio arrivare almeno a 22/23.”

Esaurito l’argomento mercato è la volta della presentazione della sfida con il Francavilla in Sinni: “Domani sarà durissima, loro hanno fatto 13 punti in 9 partite da quando hanno cambiato tecnico, hanno avanti molto bravi, ci sono anche Quinto e Mancino che contro di noi vorranno fare bella figura, ci sono gli argentini. Sappiamo delle difficoltà, il campo non è grande, dobbiamo avere un ottimo approccio. Non dobbiamo avere cali di tensione, loro hanno cambi, dobbiamo avere anche pazienza.”

Mancherà ancora Anelli e con lui capitan Gentile: “Anelli ha ripreso con il gruppo ma sarebbe sbagliato forzare ora. L’assenza di Gentile è pesante, però il gruppo ora è più solido e gli «Over» hanno avuto una crescita mentale incredibile. Sono sicuro che faremo una grande partita.”

Infine uno sguardo alla giornata che domani propone un Taranto-Cerignola da dentro o fuori: “Vero che domani tra Taranto e Cerignola almeno una si fermerà, ma noi dobbiamo fare bottino pieno nella prossime due gare prima di Natale, dobbiamo essere carichi per domani e per domenica prossima. Poi ci fermeremo e vedremo dove sono le altre.”

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".