Il “Calcio sui… maccheroni” – La cucina salentina

Il “Calcio sui… maccheroni” – La cucina salentina

Il “Calcio sui… maccheroni” – La cucina salentina

Torna l’appuntamento con la rubrica culinaria di Foggiasport24.com. La ricetta di oggi è “Ciceri e tria“, piatto tipico del Salento e, quindi, di Nardò prossimo avversario del Foggia in Coppa Italia di domani alle ore 20:00. Buon appetito e Forza Foggia!

Ingredienti per la pasta (2 persone):

  • 150 g di semola di grano duro rimacinata
  • 1 cucchiaio scarso di olio extravergine d’oliva
  • 80/90 ml di acqua (a seconda di quanta ne assorbe la farina)

Ingredienti per il condimento (2 persone):

  • 80 g di ceci secchi
  • 250 ml di brodo vegetale
  • 40 g di cipolla bianca
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 foglie di alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b. (facoltativo)
  • olio di semi q.b. per friggere

Preparazione – Mettete in ammollo i ceci almeno 12 ore prima di preparare ciceri e tria.

Per la pasta radunate la semola di grano duro rimacinata in una ciotola, aggiungete l’olio poi l’acqua quindi impastate.

Versate l’impasto su un piano da lavoro infarinato e continuate a impastare fin quando non avrete ottenuto un impasto liscio e omogeneo.

Avvolgete la pasta nella pellicola e lasciatela riposare per mezz’ora a temperatura ambiente.

Stendete la pasta sottile circa 3 mm.

Spolverate la sfoglia con dell’altra semola, arrotolatela su se stessa per formare un cilindro (senza stringere troppo) poi tagliare a uno spessore di 5 mm.

Man mano che li tagliate allargate subito la pasta per far aprire le tagliatelle.

Dall’impasto ricavate una parte di pasta lunga massimo 10 centimetri.

Se avete una cannuccia arrotolate una parte della pasta intorno ad essere per ottenere la tipica forma a spirale oppure lasciatele semplice come ho fatto io.

Lasciate asciugare la pasta per due o tre ore.

Trascorso il tempo necessario per far asciugare la pasta friggete poco meno della metà della stessa in olio di semi.

Scolatela con un ragno, mettetela su carta assorbente e tenetela da parte.

Preparate un brodo vegetale e tenetelo da parte.

Scolate i ceci dall’acqua di ammollo e sciacquateli.

Tritate la cipolla sottile e fatela rosolare in una pentola capiente con due cucchiai di olio e lo spicchio di aglio.

Un minuto dopo circa, aggiungete anche il rosmarino e le foglie di alloro.

Unite i ceci scolati, fateli rosolate qualche secondo poi aggiungete buona parte del brodo.

Fateli cuocere per circa un paio d’ore aggiungendo di tanto in tanto dell’altro brodo caldo.

Cuocete l’altra quantità di pasta in acqua bollente per un minuto.

Scolatela, aggiungetela ai ceci con il brodo al quale avete prima eliminato l’aglio e gli odori.

Ultimate la cottura per un altro paio di minuti.

Porzionate ciceri e tria in ciascun piatto.

Prima di servire aggiungete la parte di pasta fritta.

Nota – Per una nota di gusto in più io frullo un mestolo di ceci con mezzo mestolo di brodo per ottenere una crema che poi aggiungo alla zuppa.

Fonte ricetta e foto: cucinaserena.it

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".