Verona, mister Aglietti: “Sarà una partita difficile per tutti, anche per il Foggia”

Verona, mister Aglietti: “Sarà una partita difficile per tutti, anche per il Foggia”

Verona, mister Aglietti: “Sarà una partita difficile per tutti, anche per il Foggia”

Nella conferenza pre-partita, mister Aglietti ha parlato di come la squadra ha preparato la partita con il Foggia. Di seguito uno stralcio delle sue dichiarazioni riportate da Tuttohellasverona:Che impressione ho avuto questa settimana? Abbiamo dovuto lavorare un po’ sulla testa, cercare di spronare un po’ i ragazzi, cercare di fare capire che, se noi vinciamo, entriamo nei playoff. È ancora tutto nelle nostre mani. C’era un po’ di scoramento, ma adesso è passato. Abbiamo fatto una buona settimana. Abbiamo provato cose nuove e cose vecchie.

I gol su palla inattiva? Questa è una squadra che ha subito, se non erro, 21 gol su palla inattiva. Sono troppi, per la qualità di giocatori che abbiamo. Manca un po’ di cattiveria, un po’ di determinazione.

Se i ragazzi si sono parlati? Il problema è che se si parlano ora è tardi (ride, ndr). Una squadra si deve parlare sempre, non l’ultima settimana. Io cerco di motivare i ragazzi per far sì che questi diano il 110%, poi però i protagonisti sono sempre i calciatori. Lo staff deve metterli nelle migliori condizioni tecniche, tattiche, fisiche e mentali per poter rendere al meglio. Poi però ci devono mettere anche del loro in campo. Bisogna essere pronti per tutto quello che succede.
La partita con il Foggia sarà una partita difficile per tutti, anche per il Foggia. Dovremo essere bravi a leggere tutti i momenti della partita e per far questo dovremo sì avere gli occhi della tigre, ma anche grande lucidità.

Il comunicato dei tifosi? Verona è stata, è e sarà sempre con la squadra. Questo è indubbio. I tifosi non fanno mancare mai il loro affetto. Ho letto il comunicato e mi fa molto piacere sapere che il pubblico tiferà e sarà con noi per tutti i 90 minuti. Toccherà a noi ricambiare quello che ci daranno.

Questa squadra ha lavorato per 10 mesi in una maniera. Quando sono arrivato io, ho fatto già qualcosa di diverso a Cittadella perché volevo comunque dare un segnale di rottura. Non è andata bene e questa settimana ho avuto modo di confrontarmi con i ragazzi. Ho avuto modo poi di preparare la gara col Foggia in due modi diversi. Cerchiamo di arrivare a vincere la gara e poi, se ci saranno più certezze nelle settimane successive per i playoff, potremo fare cose ancora più diverse, ma oggi ci sono dei punti di rottura. Non troppi. Dalla parte dei ragazzi comunque ho avuto un feedback molto positivo, quindi mi auguro che domani lo riportiamo in campo.”

Visita: Foggiasport24.com
CLICCA QUI
per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook
CLICCA QUI per scaricare gratis la nostra app Android

Biografia Autore