Verona, la situazione dell’infermeria in vista del Foggia. Si ferma un attaccante

Verona, la situazione dell’infermeria in vista del Foggia. Si ferma un attaccante

Verona, la situazione dell’infermeria in vista del Foggia. Si ferma un attaccante

Pazzini o non Pazzini, questo è il problema. Alfredo Aglietti rimane col fiato sospeso in attesa degli esami medici sul capitano gialloblù che martedì pomeriggio si è fermato per un problema ai flessori della gamba sinistra. Il tecnico toscano aveva puntato tutto sul “Pazzo” per l’ultima di campionato. Da quando è arrivato, Aglietti continua a provare il modulo con due punte centrali a Peschiera.

Col Cittadella si è provato con “l’azzardo” del 4-3-1-2 con un inedito Lee (spaesato) a fare il trequartista dietro alle punte. Un risultato scadente soprattutto a causa del centrocampo “leggero” con Danzi e Colombatto che sono “naufragati” davanti agli uomini di Venturato.

Così Aglietti sta lavorando su un pratico 4-4-2 e molto probabilmente sarà il modulo usato contro il Foggia. Zaccagni è destinato a fare l’ala destra, mentre a sinistra il candidato numero uno è Vitale (o le alternative più offensive sono quelle di Laribi e Matos).

Ma con Pazzini in dubbio, chi affiancherà Di Carmine in attacco? Visto che Di Gaudio difficilmente sarà della partita (ancora infortunato), il candidato numero è Matos, che dovrebbe fare così la seconda punta, ruolo già ricoperto in passato. Altrimenti c’è l’ipotesi Lee.

fonte: tggialloblu.it

Visita: Foggiasport24.com
CLICCA QUI
per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook
CLICCA QUI per scaricare gratis la nostra app Android

Biografia Autore