Caso Palermo, la B col fiato sospeso: oggi pomeriggio sentenza TFN

Caso Palermo, la B col fiato sospeso: oggi pomeriggio sentenza TFN

Caso Palermo, la B col fiato sospeso: oggi pomeriggio sentenza TFN, Salernitana alla finestra

Salernitana (ma anche Venezia e Foggia) col fiato sospeso per il caso Palermo, sempre più probabile una riunione d’urgenza del Consiglio di Lega B per far slittare già da oggi gli spareggi promozione e retrocessione post season. Questo pomeriggio il Tribunale Federale Nazionale, presieduto dal prof. Cesare Mastrocola, dovrebbe pubblicare la sentenza di primo grado sulla richiesta di retrocessione all’ultimo posto dei rosanero nella stagione in corso, come da proposta del procuratore federale, Pecoraro. I siciliani sono accusati di falso in bilancio su quattro esercizi. La sentenza dovrebbe riguardare anche l’ex presidente del collegio sindacale e gli ex presidenti del club, Zamparini e Giammarva. Per i primi due sono stati chiesti cinque anni di inibizione e la preclusione da incarichi federali, per Giammarva due anni di squalifica.

Stando ai rumors romani, il Palermo avrebbe poche chances di uscire indenne dalla faccenda. Come società, deve rispondere per responsabilità oggettiva e diretta alle accuse di illecito amministrativo e plusvalenze fittizie legate alla cessione del marchio, sul filone dell’inchiesta già precedentemente condotta dalla Procura di Palermo. Con la retrocessione d’ufficio all’ultimo posto in classifica – concetto diverso dall’esclusione – la graduatoria scalerebbe e la compagine di Delio Rossi saluterebbe la Serie B insieme a Carpi e Padova, mentre ai playout salirebbe il Foggia per giocarsela contro la Salernitana, con il Venezia salvo, di riflesso. I granata, da quartultimi, passerebbero al quintultimo posto e avrebbero il vantaggio di giocare in casa la sfida di ritorno contro i satanelli.

Ma anche stasera, a sentenza pubblicata, non potrà essere detta l’ultima parola. In primis perchè venerdì pomeriggio il Collegio di Garanzia del Coni dovrà pronunciarsi anche sul caso Foggia, che chiede la restituzione di due punti (ma spera di averne uno) in classifica. In secondo luogo, perché entro due giorni il Palermo (ma anche il Benevento, che è stato ammesso al processo sportivo come terzo interessato) potrà fare ricorso in Corte d’appello, il cui giudizio dovrebbe arrivare in una decina di giorni. Dunque, la linea della Lega B sarà quella di attendere la sentenza del pomeriggio e poi provvedere, quasi certamente, a far slittare le date degli spareggi: un’ipotesi che scontenterebbe tutti, soprattutto perché molti calciatori potrebbero dover partire per rispondere alle convocazioni delle rispettive nazionali tra fine maggio e inizio giugno.

fonte: salernitananews

Visita: Foggiasport24.com
CLICCA QUI
per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook
CLICCA QUI per scaricare gratis la nostra app Android

Biografia Autore