SERIE C SILVER. Diamond con la testa ai playout crolla a Manfredonia (79-55)

SERIE C SILVER. Diamond con la testa ai playout crolla a Manfredonia (79-55)

Manfredonia, 16 marzo 2019. Termina nel peggiore dei modi la regular season della Diamond Foggia. Superata nel derby, al PalaScaloria, dall’Angel Manfredonia (79-55). Dalla compagine allenata da coach Giovanni Rubino, pur non avendo più nulla da chiedere al campionato, ci si aspettava  comunque un atteggiamento di gara diverso, proprio in virtù della particolarità della contesa. Invece, dopo il consueto primo tempo giocato alla pari, la Diamond si è disunita e si è sciolta come

neve al sole. Il terzo quarto lo dimostra ampiamente con soli 6 (sei) punti messi a segno ed una condotta di gara assolutamente non giustificabile, in considerazione degli sforzi compiuti dalla società per mettere a disposizione un roster tecnicamente più importante e competitivo. E ci fermiamo qui … . Passando brevemente alla cronaca del match, l’Angel è partita “sparata”. In 5’ ha messo a segno un parziale di 12-0 ! Con la Diamond in completo blackout ed una difesa colabrodo. Il time out di Rubino interrompe il ritmo dei sipontini e Mecci, dai liberi, segna i primi punti per gli ospiti.  Ma Bedirhanoglu è un ossesso scatenato ed è uno spettacolo vederlo andare a segno nella prateria nero arancione. Per la Diamond Mecci continua a siglare punti importanti e, nel finale, non appena viene mandato sul parquet Luca Vigilante, si registra il risveglio di Kraljic (23 punti per lui che valgono la consacrazione di re dei marcatori). Alla fine dei primi 10’ (22-14) la percentuale al tiro da 2 (1/10) è disastrosa. Nel secondo parziale, finalmente, Rubino trova le giuste contromisure e i ragazzi in canotta nero arancio si fanno apprezzare per l’ottima difesa e per le veloci ripartenze che mettono in seria difficoltà i padroni di casa. Tomic si fa valere sotto canestro in entrambe le fasi e, al 6’ e all’8’, l’Angel è a portata di mano  (27-24 e 31-28). Nelle battute finali Gramazio e Sarukas provano ad allungare ancora e l’ultima realizzazione di Vigilante riduce il distacco a -7 (39-32). Come spesso accaduto nel passato, il riposo gioca un brutto scherzo alla Diamond che rientra sul parquet scarico e immemore del bel gioco di squadra che ha consentito la rimonta. In soli 4’ Bedirhanoglu, Prete e Ba entrano nel pitturato con estrema facilità e vale il 10-0 che allontana la Diamond. Non è finita. Nei restanti 6’ l’Angel mette a segno altri due break devastanti (7-0 e 11-0), interrotti dai canestri di Vigilante e Zagni prima e di Tomic dopo. Sei punti sono davvero una miseria rispetto ai ventisei messi a segno dai padroni di casa. Va in archivio la terza frazione (67-38) e ci sarebbe da vergognarsi. Ma al peggio non c’è mai fine. Nell’ultima frazione coach De Florio manda sul parquet tutti gli under a disposizione e la musica non cambia. Tra le fila della Diamond non c’è gioco di squadra, non c’è difesa e non c’è … attacco.  Il derby di Capitanata se l’aggiudica meritatamente il Manfredonia (79-55) che chiude la prima fase in testa alla classifica. Alla Diamond non resta che raccogliere i cocci e cercare di ricomporre il vaso al più presto. Adesso non ci sono più alternative. Bisognerà  concentrarsi sui playout e chiudere il discorso salvezza quanto prima.

Angel Manfredonia – Diamond Foggia  79 – 55  (22-14; 39-32; 67-38)

Angel Manfredonia:  F. Ndiaye 4, I. Ba 12, U. Gramazio 9, A. Bedirhanoglu 24, A. Prete 8, K. Sarukas 22, F. Buonasorte,  W. Alvisi, A. Fatone, A. Virgilio. Coach: R. De Florio.

Diamond Foggia: A. Digiorgio, L. Coppola 4, L. Vigilante 6, A. Kraljic 23,  A. Di Biase, G. Tomic 12, A. Muscio,  C. Zagni 2, V. Mecci 8. Coach: G. Rubino.

Arbitri: Giuseppe Daniele Mazzilli di Corato e Gaetano Settembre di Gravina in Puglia.

Parziali: 22/14, 17/18, 26/8, 17/12.

Note: 5 falli  Ndiaye.

, “”:

№ Team Points
1 Angel Manfredonia 36
2 Virtus Molfetta 36
3 Pallacanestro Molfetta 36
4 Anspi S.Rita Taranto 36
5 Nuova Cestistica Barletta 28
6 Peugeot Tartarelli Monopoli 20
7 Dinamo Basket Brindisi 20
8 Adria Bari 20
9 Invicta Brindisi 18
10 Diamond Foggia 8
11 Cus Bari 6
12 Murgia Santeramo 0

Biografia Autore