11.6 C
Foggia
27 Novembre 2021
Foggia Calcio

Foggia Calcio: La Mantia incorna, derby al Lecce

Foggia Calcio: La Mantia incorna, derby al Lecce

[dropcap color=”#” bgcolor=”#” sradius=”0″]U[/dropcap]n gol di La Mantia a metà secondo tempo decide il derby. Il Lecce vince 1-0 e continua a sognare la promozione in Serie A. Il Foggia, invece, interrompe la serie di sei risultati utili e deve continuare a lottare per cercare di raggiungere la salvezza, con un calendario che dovrà scontare da qui a fine campionato anche un turno di riposo. Senza lo squalificato Gerbo, l’influenzato Galano e gli infortunati Camporese, Deli e Martinelli, il Foggia si presenta al derby decimato, con Kragl in campo nonostante una condizione fisica non perfetta. Sugli spalti poco meno di 12.000 tifosi, quasi tutti leccesi, per il divieto di vendita dei biglietti ai residenti della provincia di Foggia.

PRIMO TEMPO – La partita è combattuta ma non di certo ricca di emozioni. All’8 il primo tiro in porta. Falco ferma palla in area spalle alla porta, si gira e calcia con un solo movimento, ma la traiettoria è centrale e il portiere para. Stessa sorte anche al 13′ per un colpo di testa su calcio d’angolo di La Mantia: la conclusione è debole e centrale. La partita è avara di emozioni e il gioco sonnecchia. Neanche la sventola di Tachtsidis dai venti metri riesce a svegliare il match, con la sfera che si alza di poco sull’incrocio.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con un destro a giro di Petriccione che Leali afferra in tuffo. Al 54′ la difesa del Lecce deve anticipare provvidenzialmente Mazzeo, pronto a ribadire di testa in rete un angolo teso di Kragl. Ma il colpo di testa vincente lo trova il Lecce al 59′. Petriccione scodella in area e La Mantia, staccando nel cuore dell’area, infila l’angolino. Dopo lo svantaggio Padalino cambia e inserisce Chiaretti, un trequartista, in luogo di Greco, un centrocampista, per poi inserire anche Cicerelli per Ngawa. Il Foggia prova a imbastire una reazione. Iemmello e Mazzeo scambiano al limite dell’area ma al momento del tiro Tactsidis anticipa Mazzeo. Ma il Lecce irrobustisce la fase difensiva con l’innesto di Tabanelli e non soffre il ritorno degli avversari. Nel recupero il Foggia rimane in dieci per l’espulsione diretta per proteste di Busellato.

Potrebbero interessarti:

IL PERSONAGGIO – Da Termoli alla Reggina, ecco Giuseppe Loiacono. Un pezzo di storia del Foggia calcio!

Gianpaolo Limardi

Foggia Calcio, rifinitura e conferenza

La Redazione

Gruppo Editoriale Distante: tutta la Serie C pugliese in esclusiva televisiva

Domenico Carella