Foggia Calcio, a Palermo con l’idea tridente. Tre nuovi acquisti all’esordio

Foggia Calcio, a Palermo con l’idea tridente. Tre nuovi acquisti all’esordio

Foggia Calcio, a Palermo con l’idea tridente. Tre nuovi acquisti all’esordio

Il furore agonistico di chi deve salvarsi. La rabbia e la voglia di non mollare neanche un centimetro. La consapevolezza che anche un punto può pesare come e più di un macigno (pensate a un pareggio col Crotone). Ma al contempo la certezza che potrebbe anche non bastare. Eh già, perché la qualità tecnica di un avversario come il Palermo non è comune alle altre rivali. Per farla breve, oggi, nel posticipo contro i rosanero (ore 21), il Foggia Calcio deve scendere in campo in mood salvezza e sperare che i quotati avversari non pareggino la misura della carica agonistica, altrimenti sarà più facile per loro far prevalere le peculiarità tecniche.

Si gioca tanto il Foggia e sa che non può sbagliare. Un passo falso spedirebbe i ragazzi di Padalino a sei punti dalla salvezza tranquilla. Non troppi, ma sicuramente tanti da recuperare, soprattutto se si considera che Ascoli e Cosenza, che precedono il Foggia, si sono rinforzate sul mercato. E che la stessa cosa vale per Carpi e Padova. E non si considera il Crotone che nel campionato ha vinto 4 partite (2 col Foggia) ma è tra le più quotate del campionato per qualità dell’organico.

Ma non si può avere paura. Non è permesso. Mancano pochissime partite alla fine del campionato e il margine di errore è sempre più ristretto. Ad aiutare il Foggia c’è il mercato che quantomeno ha riempito numericamente dei buchi nell’organico in attesa di capire se le operazioni avranno un valore tangibile anche dal punto di vista qualitativo.

Ma il concetto rimane sempre lo stesso dell’incipit. Serve furore agonistico. Serve mostrare la voglia di salvarsi a malapena intravista col Crotone. Serve giocare da squadra perché si è tutti sulla stessa barca e aiutare il compagno significa aiutare se stessi e la città.

IL METEO – Pioggia e vento a La Favorita di Palermo. Durante il match sono attese precipitazioni, seppur non pesanti, e un vento da Nord Nord Ovest di Maestrale che soffierà fino a oltre 32 km/h

FOGGIA – Il tecnico Padalino deve rinunciare a Tonucci e Zambelli, infortunati. Agnelli e Iemmello hanno accusato problemi in settimana e sono in dubbio nell’undici titolare. Non è escluso il cambio di modulo con il passaggio al 4-3-3 che prevederebbe Kragl nel tridente. Possibile esordio per Leali, Bilong e Ngawsa, oltre a Greco che torna titolare a distanza di un anno dalla precedente esperienza in Capitanata.

FORMAZIONE

Leali
Ranieri
Billong
Martinelli
Ngawa
Gerbo
Greco
Busellato
Kragl
Mazzeo
Galano

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".