Cus Basket, impresa con la capolista Cerignola  Fa festa anche la squadra di calcio a 5

Cus Basket, impresa con la capolista Cerignola Fa festa anche la squadra di calcio a 5

Il roster cussino si è aggiudicato il derby strappando la vittoria all’ultimo minuto

Convince anche il quintetto di mister Coccia: 6-2 con Pellegrino Sport e secondo successo interno consecutivo

Due minuti per fotografare, riassumere, raccontare una partita che, senza esagerare, potremmo definire epica per chi l’ha giocata e per chi l’ha vissuta e combattuta anche solo dagli spalti del PalaRusso.

Due minuti che hanno cambiato umori ed esiti, capovolto certezze e paure.

Il primo di questi due minuti è tutto nei sessanta secondi iniziali in cui il Basket Cerignola , giocando da capolista, ha fatto il bello e il cattivo tempo, timbrando per ben 12 volte il tabellone dei punti.

Roba da pensare al peggio e invece…

E invece tra un filtrante di Pierluigi Carrillo e una percussione di Giovanni Chiappinelli, tra la classe di Nicola Padalino e la leadership di Cristian Vigilante, si è disegnata la trama di un match in cui Cerignola tentava la fuga e il Cus Foggia l’inseguimento. Magia di un derby, quello giocato domenica pomeriggio a Foggia, che ha impreziosito l’ultima giornata del girone di andata del campionato regionale di Serie D.

Trascinato dai due giocatori lituani, il roster ofantino è giunto al quarto finale in vantaggio di 13 punti in virtù di questi parziali: 16-26/20-18/20-25.

Partita finita? Evidentemente no, perché il Cus ci ha creduto così come ci ha creduto anche il pubblico presente che non ha smesso mai di incitare i giocatori. La rimonta, da piccolo sogno, con il passare dei minuti è diventata sempre più una grande realtà.

Nell’ultimo periodo è cresciuta la difesa di coach Lamacchia e sono salite le prestazioni e le quotazioni di Eugenio Padalino ed Enrico Lioce, ragazzi terribili del quintetto cussino. Si è così arrivati al 71-72. A quel punto il Cus Foggia riesce a guadagnarsi anche due tiri liberi, ossia due ghiotte occasioni per completare la rimonta, ma li spreca. Non c’è tempo per rammaricarsi, la voglia di compiere l’impresa è tanta e si materializza nelle mani del solito imprendibile Chiappinelli che, ricevuta palla da un lucido Vuovolo, disorienta l’avversario e firma il sorpasso e manda in visibilio il PalaRusso.

CHE FINALE!

Alla fine del match però manca ancora un’eternità, anche se Cerignola, forse stordito, prova a forzare attacchi e conclusioni.

Una di queste sbatte sul ferro e si trasforma in azione offensiva del Cus concretizzata, in modo sontuoso, da Nicola Padalino

Siamo sul 75-72, risultato messo subito in discussione da Romano, il migliore dei suoi, che riporta Cerignola sotto di un punto.

Un punto, dalla lunetta, lo realizza però Vigilante, abile nel conquistare un fallo prezioso.

E’ il minuto finale, quello più lungo, tutto da vivere, reso più bello e più dolce dal canestro del 78-74 di Enrico Lioce.

Jonikas infila una tripla strepitosa, la distanza è di nuovo ridotta ai minimi termini, Lamacchia capisce il momento e chiede il timeout quando mancano solo 13 secondi. Si ritorna in campo, Ulano perde un pallone sanguinoso, Nicola Padalino ha l’ennesimo guizzo, conquista fallo e mette dentro i due tiri liberi.

Il tabellone brilla sull’80-77, è la fine del derby, è l’inizio della festa cussina.

Fiducia, sacrificio e voglia di vincere, così si spiega un successo tanto importante – commenta un felicissimo Danilo Lamacchia -. Non abbiamo mai mollato, neanche quando eravamo sotto di 15 punti. Il vero capolavoro l’abbiamo fatto negli ultimi dieci minuti, abbiamo regalato e ci siamo regalati un’emozione unica, incredibile. Il tempo ci dirà se questa sarà stata la partita della svolta, per ora questa è la partita che ci dona ulteriore e maggiore consapevolezza del valore della nostra squadra”.

CUS FOGGIA – BASKET CERIGNOLA 80-77 (16-26/20-18/20-25/24-8)

TABELLINO CUS FOGGIA:

Chiappinelli 22; Nicola Padalino 18; Eugenio Padalino 17; Lioce 16; Pascal Carrillo, Pierluigi Carrillo, Vuovolo 2; Vigilante 1.

CLASSIFICA SERIE D GIRONE A

Nuova Matteotti Corato 16; Basket Città di Cerignola e Fortitudo Trani 14; Olympia Rutigliano, Sveva Lucera e Juve Trani 10; Cus Foggia 8; Federiciana Altamura 4; Basket Fasano e Barletta Basket 2.

PROSSIMO MATCH

9 dicembre ore 18

Nuova Matteotti Corato – Cus Foggia

Seconda vittoria interna consecutiva per i ragazzi del Cus Foggia calcio a 5 che sabato pomeriggio hanno battuto 6-2 la Pellegrino Sport. Nel primo tempo la formazione allenata da mister Natale Coccia ha dominato il match riuscendo però a trovare soltanto una volta la via del gol, con Casoli ben imbeccato da Roseto.

Nella ripresa la squadra cussina ha continuato a produrre gioco trovando maggiore concretezza. Il 2-0 è arrivato grazie ad un bel destro di Carluccio ad incrociare sul secondo palo. Il 3-0 è invece una perla di Roseto che dalla sua metà campo ha pescato il portiere ospite lontano dai pali beffandolo con una traiettoria morbida, precisa, letale. Ancora spettacolo made in Cus per il gol del 4-0 messo a segno da Grilletto al termine di una azione corale meravigliosa. Poi break del quintetto di Altamura che con due gol ha provato a riaccendere il match, ma le fiamme sono state ottimamente domate dalla compagine cussina che con Casoli ha trovato immediatamente il gol del 5-2. Il punto esclamativo sul risultato lo ha messo il solito Capozzi, il cui sinistro morbido ha fissato il risultato sul 6-2 finale.

La vittoria di sabato vale un nuovo aggancio al Giovinazzo e alla zona playoff.

Questa la nuova classifica del girone A del campionato regionale di serie C2.

Bitonto Futsal 24;Futsal Terlizzi 21; Futbol Cinco Bisceglie 19; Alta Futsal 15; Nettuno, Cus Bari 13; Futsal Giovinazzo e Cus Foggia 12; Nox Molfetta, Public Ruvo e Poggiorsini 9; Vigor Barletta e Pellegrino Sport 1.

PROSSIMO MATCH

8 dicembre ore 16

Futsal Terlizzi – Cus Foggia

CUS FOGGIA

Biografia Autore