Le pagelle dello Spezia di Guido Cavaliere

Le pagelle dello Spezia di Guido Cavaliere

Le pagelle dello Spezia di Guido Cavaliere

Spezia (4-3-3)

Lamanna 6,5 – Decisivo su Chiaretti, si allunga ed indirizza sul palo un gol già fatto. Poi inoperoso.
Vignali 5,5 – Partita discreta. Sbaglia qualche alleggerimento, per il resto non eccelle.
Terzi 5 – Tiene a bada gli avanti rossoneri ma si perde l’uomo in due occasioni che potevano risultare decisive.
Giani 5,5 – Entra per dar manforte ad uno Spezia già in debito d’ossigeno. Non regala emozioni.
Capradossi 5 – La caparbietà non gli manca, l’assenza è in tutto il resto, nei fondamentali.
Augello 6 – Giocatore di sostanza. Dai suoi piedi partono le azioni più pericolose.
Maggiore 6 – Regge un tempo. Cala vistosamente nella ripresa.
Bartolomei 5,5 – Il suo pregio, il tiro. Alle volte lo fa ragionare.
Ricci M. 5 – Non replica la gara col Benevento. Forse ha festeggiano troppo in settimana. Pecca in costanza.
Crimi 6 – Prova il tiro ma viene murato. Solido e arrembante.
Bidaoui 6,5 – Manda in affanno più volte Gerbo. Quando parte è un treno, difficile da fermare. Gli manca la finalizzazione. Il migliore.
Galabinov 4,5 – Evanescente, gli manca il gol e si isola.
Gyasi 5,5 – Entra per dare vivacità all’attacco ma a parte una scorribanda non fa molto altro.
Okereke 5 – Sulla fascia ha reso di più rispetto che da punta centrale. Non una grande prova la sua.

All. Marino 6 – Schiera uno Spezia ordinato, un po’ ballerino dietro ma, con un po’ di fortuna, avrebbe potuto portare a casa l’intera posta in palio. Con qualche accorgimento nel mercato di gennaio la sua squadra potrebbe agganciare i playoff.

Biografia Autore